Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

Attualità | 13 agosto 2020, 11:58

Badalucco vuole fare la differenziata, consegnati i mastelli. Il sindaco “È arrivato il momento di adeguarsi” (Foto e Video)

“È arrivato il momento di adeguarsi”, questa è la frase con cui il sindaco Matteo Orengo ha introdotto l’arrivo della raccolta differenziata a Badalucco. Non ci sarà il 'porta a porta'...

Badalucco vuole fare la differenziata, consegnati i mastelli. Il sindaco “È arrivato il momento di adeguarsi” (Foto e Video)

“È arrivato il momento di adeguarsi”, questa è la frase con cui il sindaco Matteo Orengo ha introdotto l’arrivo della raccolta differenziata a Badalucco. Il piccolo centro della valle Argentina è uno degli ultimi della provincia di Imperia a non aver introdotto il regime di diversificazione delle singole frazioni di rifiuto. 

Da ieri sera però l'amministrazione comunale ha voluto dare il via a un percorso per attuare un cambiamento radicale nella gestione del conferimento della spazzatura. L’occasione è stato il primo incontro pubblico con la cittadinanza chiamato 'Un caffè con il sindaco', un'iniziativa voluta dal primo cittadino per confrontarsi con la comunità, quartiere per quartiere. Le famiglie della zona della Madonna degli Angeli e della Rocca sono state le prime che hanno partecipato al confronto con gli amministratori comunali.  

Al termine della serata sono stati consegnati i bidoni casalinghi con cui iniziare a suddividere le singole frazioni di rifiuto. Questa sarà la 'Fase 1' per Badalucco: differenziazione della spazzatura in casa (umico e indifferenziato insieme, plastica, carta e vetro), conferimento in giorni prestabiliti presso i cassonetti. 

L'APPROFONDIMENTO CON L'INTERVISTA AL SINDACO MATTEO ORENGO

 

Il sindaco ha comunicato di non voler attuare il porta a porta, un sistema visto nei comuni vicini ma considerato superato, con il rischio che su Badalucco non dia risultati adeguati in tempi rapidi, per raggiungere la percentuale del 60%. In questa fase intermedia, l'amministrazione comunale attuerà un regime progressivo per accompagnare i badalucchesi verso la transizione alla differenziata spinta. Le frazioni separate di spazzatura potranno essere conferite tutti i giorni ma il sindaco inviterà la popolazione a seguire un calendario per buttare determinati rifiuti, la sera prima rispetto al passaggio del camion della spazzatura. L'indicazione dei giorni è contenuta all'interno di un opuscolo informativo consegnato ai badalucchesi insieme ai mastelli domestici. 

Grazie a questo tour nei quartieri di Badalucco, l'amministrazione Orengo punta a consegnare alla popolazione i bidoncini domestici oltre a sensibilizzarla al nuovo sistema. A dare una mano, da settembre, ci penseranno anche i più piccoli perchè il Comune ha preso già accordi con la scuola affinché si faccia educazione ambientale e il concetto della differenziata venga 'portato in casa' direttamente dai bambini. 

La seconda fase dovrebbe prendere il via da metà del 2021 con l'arrivo delle isole ecologiche intelligenti che prenderanno il posto delle batterie di bidoni. Un'operazione che costerà circa 180mila euro. Con le isole intelligenti il conferimento della spazzatura avverrà attraverso l'identificazione della persona con il tesserino sanitario. Questo potrebbe mettere fine all'annoso problema che caratterizza Badalucco: i conferimenti abusivi da parte delle persone che vivono nei comuni limitrofi dove è già attiva la differenziata spinta.

In attesa di arrivare a questa seconda fase, l'amministrazione interverrà sugli attuali bidoni per arginare il fenomeno che crea degrado (come visto nei giorni scorsi - LEGGI LA NOTIZIA). Oltre a questi stratagemmi il Comune punterà sulle telecamere per identificare i responsabili e sanzionarli, così come avvenuto nelle scorse settimane. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

mercoledì 30 settembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium