/ Attualità

Notizie di sport

Attualità | 11 agosto 2020, 07:21

Sanremo: si lavora per cercare le aule necessarie all'avvio dell'anno scolastico, ma in molti pensano che servirebbe un rinvio

Nella città dei fiori il Comune sta lavorando per consentire ai plessi scolastici di presentarsi rispettando le norme ma è parere di molti, tra cui l'Assessore Pireri, che servirebbe un rinvio a dopo le elezioni

Sanremo: si lavora per cercare le aule necessarie all'avvio dell'anno scolastico, ma in molti pensano che servirebbe un rinvio

“Sarebbe opportuno che la Regione intervenisse, spostando l’inizio della scuola almeno dopo le elezioni. Questo consentirebbe una più facile organizzazione delle aule in più che servono e creerebbe meno problemi per le scuole stesse, soprattutto quelle che saranno sede di seggio”.

Lo ha detto l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Sanremo, Costanza Pireri, che sta lavorando alacremente per organizzare le scuole matuziane, in funzione delle normative anti Covid-19 che, tra le altre, prevedono anche classi più ridotte e la necessità di un maggior numero di aule. Al momento si stanno svolgendo i lavori con i 160mila euro di contributi arrivati e si sta lavorando per trovare due aule che mancano per il plesso Castillo.

Problematica ampia per il Liceo Cassini, che ha due sedi, tra quella storica e quella di Villa Magnolie con 1.200 alunni. La responsabilità è provinciale, ma il Comune sanremese sta contribuendo ad aiutare la scuola. Nei giorni scorsi l’Amministrazione ha incontrato il Preside ed un docente. Al momento la disponibilità del Comune è di 5 o 6 aule mentre ne occorrerebbero almeno 10. Se non si dovessero trovare gli alunni del ‘Cassini’ potrebbero anche alternarsi tra lezioni in classe e via web da casa.

Le problematiche di Sanremo, ovviamente, valgono per tutte le città e, vista la situazione da ‘alto mare’, sarebbe auspicabile un differimento dell’inizio della scuola, dando così un po’ più di respiro a chi deve cercare spazi ed aule per poter ospitare gli studenti per il prossimo anno scolastico.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium