/ Politica

Politica | 11 agosto 2020, 09:11

Sanremo: due interpellanze urgenti di Liguria Popolare sull'accesso agli uffici e sulle telecamere

Ne parlano Sergio Tommasini e i Consiglieri comunali

Sanremo: due interpellanze urgenti di Liguria Popolare sull'accesso agli uffici e sulle telecamere

Oggi il gruppo consigliare di Liguria Popolare ha depositato due interpellanze urgenti all'amministrazione di Sanremo. La prima questione che Liguria Popolare affronta è collegata agli uffici comunali il cui accesso è ancora precluso a cittadini e utenti nonostante il quadro sanitario provinciale sia sotto controllo. Altri comuni hanno già riaperto gli uffici al pubblico e Liguria Popolare interroga l'amministrazione per capire le ragioni di un tale ritardo che crea disagio e difficoltà ai sanremesi.

Sergio Tommasini, Segretario Cittadino del movimento civico: "Purtroppo la gestione di indirizzo politico di questi anni per la riorganizzazione degli uffici è stata deficitaria. Nonostante le capacità del personale è mancato un indirizzo preciso e una organizzazione adeguata. Riprova ne è che son stati apportati più correttivi nell’ultimo anno a livello regolamentare ad impulso del nostro Consigliere Andrea Artioli che ha evidenziato le problematiche, ad esempio, relative alla gestione dei contenziosi legali che hanno determinato debiti fuori bilancio rilevanti negli ultimi esercizi. Liguria Popolare è attenta a queste problematiche al fine di concepire la macchina amministrazione come struttura a servizio dei cittadini, e per tale motivo il Governo della stessa deve essere lungimirante e al passo con i tempi".

La seconda interpellanza urgente riguarda il servizio di video sorveglianza sulla pista ciclabile e chiede conto del perché ancora oggi le telecamere presenti siano scollegate dalla rete cittadina. Antonio Bissolotti, segretario provinciale del movimento e vicepresidente regionale e candidato alle prossime elezioni regionali dice: "Da Assessore al Turismo del Comune di Sanremo con la Giunta Bottini volli che il tracciato ferroviario dismesso fosse destinato a divenire una grande infrastruttura turistica. Ci avevo visto lungo e con orgoglio posso dire che Sanremo ha cambiato volto con la pista ciclabile aprendosi a un nuovo rinascimento di vivibilità urbana e di attrattivitá turistica. In Regione farò in modo che quello che è stato un sogno e una intuizione felice, la nostra pista ciclabile, possa continuare a svilupparsi riattivando tutti quei servizi, compresa la video sorveglianza del tracciato, che sono stati tralasciati in questi anni”.

Andrea Artioli, Consigliere Comunale che ha depositato l’interpellanza dice:  "Purtroppo in questi giorni lungo il tracciato della pista ciclabile si è verificato nuovamente un brutto episodio di aggressione ai danni di una giovane donna . Ciò è intollerabile come è intollerabile che a fronte dei proclami sulla efficienza della rete di videosorveglianza cittadina , che pure ha fatto dei progressi dopo anni di trascuratezza, le videocamere della ciclabile non siano attive".

Chiosa Piero Correnti, capogruppo in consiglio comunale: "Liguria Popolare non fa mai mancare il proprio apporto costruttivo in consiglio comunale ma non può girarsi dall'altra parte quando la Amministrazione Biancheri tergiversa su questioni così delicate e rilevanti per cittadini e turisti. Liguria Popolare fa con umiltà della dote dell'ascolto dei cittadini la propria dote principale”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium