/ Attualità

Attualità | 11 agosto 2020, 18:48

Un punto di atterraggio per l'elisoccorso su Taggia: Napoli presenta mozione "Una risposta a un'esigenza continuativa"

“Si tratterebbe di un intervento economicamente contenuto ma con un’importante funzione per tutto il territorio"

Taggia potrebbe ospitare un nuovo spazio dedicato all’atterraggio dell’elisoccorso. Ne è convinto il consigliere comunale Luca Napoli che ha presentato una mozione finché l’amministrazione comunali si adoperi per individuare formalmente un’area che possa essere dedicata esclusivamente all’arrivo dei mezzi aerei per il soccorso. 

“La questione dello spazio per l’elisoccorso l’avevamo già affrontata quando ero in amministrazione, con la nascita del COM (Centro Operativo Misto) e inserita nel piano di Protezione Civile. - spiega l’esponente del gruppo Il Passo Giusto - Da poche settimane tutti abbiamo imparato a conoscere il nuovo servizio di elisoccorso regionale, perchè ci sono stati numerosi interventi con Grifo 1 sia sul territorio di Taggia che in Valle Argentina”. 

“Oggi nel nostro comune non esiste un’area dedicata esclusivamente alla funzione di elisuperficie. - sottolinea Napoli - Quella più vicina è Capo Verde a Sanremo ma è sicuramente più scomoda rispetto a quella che potrebbe nascere a Taggia, sfruttando spazi comunali. Per questo ho indicato due possibilità: lo spiazzo tra il maneggio ed il campetto di calcio a 5 in regione San Martino oppure l’area parcheggi Lato Est, della stazione ferroviaria”. 

“Una volta individuata l’area più idonea, sarà sufficiente posizionare la cartellonista specifica,  delimitare l’accesso creando un punto d’ingresso riservato ai mezzi di soccorso e fare la segnaletica orizzontale identificativa. - aggiunge - Eventualmente si potrebbe procedere anche a un potenziamento dell’illuminazione per atterraggi con poca luce o in notturna”. 

“Si tratterebbe di un intervento economicamente contenuto ma con un’importante funzione. Avere un’elisuperficie riconosciuta sarebbe un’ottima risposta a una esigenza ormai sempre più continuativa, non solo per i soccorsi più gravi ma anche per i trasporti secondari, da ospedale a ospedale. Uno spazio per l'elisoccorso su Taggia, come ad esempio, parte dell’area parcheggio della ferrovia, permetterebbe di avere un punto di atterraggio riconosciuto e univoco per i soccorsi ma soprattuto centrale, grazie alla vicinanza alla SP 548 della Valle Argentina, all’Aurelia Bis quindi all’Ospedale di Sanremo, all’autostrada e soprattutto anche per tutta la zona di Riva Ligure e Santo Stefano al Mare” - conclude Napoli.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium