Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

Politica | 04 agosto 2020, 17:29

Ventimiglia: Salvini sulle Regionali "Vinciamo tanti a pochi", al comizio distanziamento sociale inesistente e poche mascherine (Foto e Video)

Intanto il Sindaco Scullino smentisce eventuali 'scintille' con la Lega. Sia Salvini che l'On. Di Muro minimizzano la 'scissione' di Giacomo Chiappori che correrà come candidato Governatore per contro proprio.

Ventimiglia: Salvini sulle Regionali "Vinciamo tanti a pochi", al comizio distanziamento sociale inesistente e poche mascherine (Foto e Video)

Circa 300 sostenitori e simpatizzanti della Lega hanno invaso, oggi pomeriggio via Aprosio a Ventimiglia, per accogliere Matteo Salvini. Al grido di ‘Matteo, Matteo’ ma anche ‘Un capitano c’è solo un capitano’, Salvini ha urlato dal palco una serie di concetti, ma due su tutti: quello dei migranti e quello del suo prossimo processo a Catania.

Questione migranti soprattutto, come confermatoci dallo stesso Senatore: “Noi lo abbiamo dimostrato al Governo con sbarchi e problemi zero. Questo Governo, in un solo mese ha fatto arrivare più immigrati che noi l’anno scorso. Non penso siano incapaci ma di complici perché, trasformare l’Italia in un campo profughi sia una delle promesse che Conte e i suoi hanno fatto all’Europa pur di non essere disturbati. Come Lega ci opporremo a questa rinnovata ‘invasione’ che porta non solo problemi economici ma anche sanitari, con un ritorno di fiamma del Covid in Veneto, Sicilia, Lazio, Puglia e Sicilia. E non è colpa degli italiani e la conferma arriva qui da Ventimiglia che, l’anno scorso era un paese libero e tranquillo e quest’anno è tornato a essere un campo profughi”. Sulla ‘scissione’ di Giacomo Chiappori Salvini è tranquillo: “Vinciamo tanti a pochi e non c’è problema. L’Amministrazione di questi 5 anni e il modello Genova sono l’esempio per tutto il Mondo. Toti verrà riconfermato e la Lega sarà il primo partito mentre la sinistra ha inaugurato un ponte che non ha votato quando era all’opposizione”. Come risolvere il problema migranti a Ventimiglia? “Useremo i nostri sindaci per chiedere sicurezza, controlli e forze dell’ordine. Ma bisogna tornare il prima possibile al governo a livello nazionale per sigillare porti, autoporti e frontiere”.

Un incontro, quello con il leader leghista che, purtroppo e nonostante le continue richieste degli organizzatori e gli interventi degli steward, ha visto ancora una volta la mancata osservanza delle distanze di sicurezza e, per moltissimi presenti, anche il mancato uso della mascherina. Una nuova dimostrazione di scarso senso civico di troppe persone in questo particolare momento storico sul piano sanitario.

Per quanto riguarda, invece, la contestazione è stata fatta con il solito sistema: fischietti e urla contro Salvini che, però, al contrario di altre situazioni, non ha avuto problemi a concludere il suo intervento. C’è stato qualche piccolo momento di tensione tra le due fazioni, sedato in pochi istanti dalla presenza della Polizia che si è intramezzata.

L’Onorevole ventimigliese Flavio Di Muro ha così commentato la visita di Salvini: “E’ una risposta di piazza importante, visto che abbiamo iniziato alle 15 ma ci sono centinaia di persone scese in piazza perché sono stanche di essere invase. Ventimiglia è peggiorata per colpa di un governo che ha aperto i porti visto che abbiamo avuto più sbarchi a luglio che in tutto l’anno in cui c’era Salvini Ministro dell’Interno”. Sulle Regionali: “Non c’è partita nel senso che vincerà Toti con la Lega primo partito. Faremo comunque la campagna elettorale come siamo abituati a fare, sulla strada e con la gente. Siamo convinti che anche con il modello Genova e come abbiamo amministrato in regione, arriveranno i risultati”. Anche Di Muro commenta velocemente la fuoriuscita di Chiappori: “Vedremo se andrà in porto. A me pare una boutade e magari ci ripenserà”.

Il Sindaco Scullino ha accolto con calore il Senatore Salvini, evidenziando come non ci siano problemi in Amministrazione con la Lega: “Si parla e non si parla. Sono tutte boutade giornalistiche perché noi parliamo e ci confrontiamo ma poi si prendono le decisioni. Queste vengono portate avanti da me come mia abitudine. L’importante è fare il bene di Ventimiglia con meno parole e più fatti”.

Carlo Alessi - Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

martedì 29 settembre
lunedì 28 settembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium