Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

Attualità | 02 agosto 2020, 11:10

Sanremo celebra la Giornata del Mare, la cerimonia in piazzale Vesco: “Se perdiamo il mare perdiamo anche noi stessi” (Foto e Video)

L'amministrazione, in collaborazione con la Capitaneria di Porto, ha installato quattro nuovi posacenere nella zona di porto vecchio

Le immagini da piazzale Vesco

Le immagini da piazzale Vesco

Con la cerimonia di questa mattina in piazzale Vesco, Sanremo ha celebrato la Giornata del Mare alla presenza dei vertici nazionali della Capitaneria di Porto, del Comune di Sanremo e dell'istituto 'Tethys'. Alla cerimonia hanno preso parte, oltre al vice sindaco di Sanremo Alessandro Sindoni, all'assessore al Demanio Mauro Menozzi, a Sabina Airoldi per l'istituto 'Tethys' e al comandante della Capitaneria di Porto Giorgio Coppola, anche il comandante generale della Capitaneria di Porto Ammiraglio Giovanni Pettorino.

Su piazzale Vesco, grazie alla collaborazione tra Comune di Sanremo e Capitaneria di Porto, sono stati installati quattro nuovi posacenere pubblici oltre a un cartello informativo per il corretto smaltimento dei mozziconi. Sono tre i temi principali della Giornata del Mare 2020: lo smaltimento delle plastiche (con particolare attenzione a mascherine e guanti in lattice), lo smaltimento dei mozziconi e la gestione delle reti da pesca. Proprio qualche giorno fa la Capitaneria locale ha recuperato quintali di reti abbandonate in zona Mortola, un pericolo mortale per la fauna locale.

L'istituto 'Tethys', inoltre, prosegue nel proprio lavoro di tutela e valorizzazione del Santuario dei Cetacei, una perla naturalistica del Ponente da preservare e promuovere.

La nota della Capitaneria di Porto

Lo scopo della manifestazione è stato quello di promuovere la cultura del mare attraverso l’informazione sulle preziose risorse naturali, prime tra tutte i cetacei, presenti nel Santuario Pelagos, sensibilizzando l’approccio sostenibile al mare mediante l’adozione di buone prassi. A tal fine sono stati inaugurati quattro punti di raccolta dei filtri di sigarette installati di recente nel Piazzale “L. Vesco” del porto di Sanremo, presentando un cartello informativo in cui sono stati descritti i danni provocati all’ambiente marino e costiero dai mozziconi di sigarette abbandonati, sottolineando i lunghi tempi che la natura impiega per degradare questi materiali che, se gettati in mare, inevitabilmente finiranno nel ciclo alimentare.

Nel corso della cerimonia sono stati, inoltre, presentati i risultati dell’attività di recupero delle “reti fantasma”, le reti abbandonate sui fondali dell’Area di Tutela Marina di Capo Mortola, svolta giovedì 30 e venerdì 31 luglio scorso dai militari del 5° Nucleo Subacquei della Guardia Costiera, al termine della quale è stata raccolta circa una tonnellata di reti, sottratte dal mare dove costituivano ancora pericolose trappole per le specie ittiche, danneggiando il locale ecosistema marino. L’attività è stata svolta in collaborazione con il Comune di Ventimiglia, l’ASD Pianeta Blu e l’associazione “Let’s free the sea!”, con il supporto logistico della società “Cala del Forte”. 

Lo stand allestito in porto proprio in occasione della “Giornata dell’Ambiente nel porto di Sanremo” ha, infine, rilanciato a livello locale la campagna di comunicazione “Alla natura non serve” del Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare che si sviluppa su tre punti cardine: “gettare  mascherine  e  guanti  nell’indifferenziato” , “servirsi  il  più possibile di quelli riutilizzabili”, “non buttarli a terra per evitare gravi danni all’ambiente”. Applicando queste buone prassi, sono stati distribuiti a tutti coloro che hanno partecipato al momento di inaugurazione della “Giornata dell’ambiente nel porto di Sanremo” campioni a tiratura limitata di mascherine di comunità riutilizzabili.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

venerdì 25 settembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium