/ Al Direttore

Notizie di sport

Al Direttore | 01 agosto 2020, 18:23

Discussione in Consiglio sulla Sinfonica di Sanremo, l'amaro sfogo di un professore

Il professor Marco Perfetti ricorda i concerti 'Fuori Regione' criticati durante l'assise ma che permettevano di accedere a mirati finanziamenti

Discussione in Consiglio sulla Sinfonica di Sanremo, l'amaro sfogo di un professore

"Sono Marco Perfetti, professore dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo dal 2 gennaio 1983 perché, nell'autunno dell'anno precedente, avevo partecipato con successo ad un concorso indetto dal Comune di Sanremo.

Durante l'ultimo, recente, Consiglio Comunale si è deciso (personalmente non condivido... ma ciò è, ovviamente, assolutamente irrilevante) di affidare la gestione del Palafiori di Corso Garibaldi alla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo. Durante la discussione mi ha colpito l'intervento del Consigliere Bellini che ha ironizzato, tra l'altro, sull'attività del passato dell'Orchestra quando, a Suo dire, l'Orchestra teneva concerti addirittura a Nava

Non di Nava si trattava bensì di Ormea; quei concerti, fuori regione,  permettevano di accedere a mirati finanziamenti. Altri tempi, a Sanremo si conferiva il premio ‘Sanremo Primavera’ a Gianni Agnelli (che, presente in teatro, veniva a ritirarlo); il Re di Svezia, presenziando al Casinò, onorava il legame tra Nobel e la Città. Altri tempi, ripeto: l'Orchestra non era una Fondazione, non aveva un Cda, un Presidente, un Direttore Generale etc. etc. etc. ma aveva un organico orchestrale doppio rispetto all'attuale il che permetteva di affrontare programmi che oggi sono assolutamente impensabili (a proposito finiamola di parlare di Orchestra Sinfonica: è ridicolo. Chiunque può verificare  su Internet l'organico di un'orchestra Sinfonica e paragonarlo con quello della ‘Sinfonica’ di Sanremo.)

All'alba dei 60 anni, 38 dei quali trascorsi al servizio dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo, è forse giunta, per me, l'ora della pensione. Non ringrazierò mai abbastanza Sanremo per la vita meravigliosa che mi ha permesso di vivere a stretto contatto con la Musica ma, in questo momento, permettetemi una nota critica nei confronti di questo presente che, forse, non potrebbe essere diverso da com'è ma è incommensurabilmente lontano dalla visione che di Sanremo e della Sua Orchestra si è avuta in passato.

Marco Perfetti
1° clarinetto della F.O.S.".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium