Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 25 luglio 2020, 07:14

Clima, il monito di Mercalli: "Se non si cambiano le abitudini, a Imperia tra 80 anni le temperature del Pakistan di oggi" (foto)

Lo ha detto Luca Mercalli, presidente della società meteorologica italiana, ieri sera a Imperia per un convegno sui cambiamenti climatici, previsto per lo scorso febbraio, ma rinviato a causa dell'emergenza coronavirus

Clima, il monito di Mercalli: "Se non si cambiano le abitudini, a Imperia tra 80 anni le temperature del Pakistan di oggi" (foto)

A Imperia tra ottant'anni potrebbero esserci le temperatura che ci sono oggi in Pakistan, con estati costantemente sopra i 40 gradi. Questo se l'uomo non modificherà il proprio comportamento.

Lo ha detto Luca Mercalli, presidente della società meteorologica italiana, ieri sera a Imperia per un convegno sui cambiamenti climatici, previsto per lo scorso febbraio, ma rinviato a causa dell'emergenza coronavirus.

Nel giardino di villa Faravelli, davanti a circa 150 persone, lo scienziato ha arringato il pubblico per oltre un'ora, partendo dal temporale estivo che ha colpito la città, dove ieri sono scesi circa 20 mm di pioggia.

"Un temporale non fa statistica, ma lo fa l'innalzamento delle temperature", ha spiegato Mercalli. Il maggiore responsabile è l'uomo con i suoi comportamenti, che nei secoli ha innalzato i livelli di co2 nell'atmosfera a oltre 400 particelle per milione. Attenzione però, perché anche se l'uomo smettesse di bruciare combustibili fossili o comunque mettesse in atto da un giorno all'altro un generale stravolgimento delle proprie abitudini, ci vorrebbero ere geologiche per una depurazione dell'atmosfera. Le temperature, anzi per inerzia salirebbero di un grado nei prossimi 80 anni. Contrariamente, se l'uomo non dovesse modificare i propri comportamenti, il rischio, che è più una certezza, è l'innalzamento di 5 gradi entro la fine del secolo.

"A mille metri ci sarebbero le temperature che oggi sono sulla costa. E sulla costa? Probabilmente a Imperia ci saranno le temperature del Pakistan", ha detto Mercalli.

Da più di 40 anni questi problemi sono noti, - ha spiegato Mercalli ai cronisti presenti - e sono diventati oggetto di politica internazionale, perché ricordiamo che i grandi trattati di protezione dell'ambiente contro i cambiamenti climatici hanno ormai una trentina d'anni. Proprio l'emergenza del virus ci ha insegnato che bisogna avere un po' di paura per agire, anche nel caso della pandemia abbiamo reagito, abbiamo fatto il lockdown soltanto quando abbiamo avuto paura di morire. Abbiamo visto davanti a noi in tempi brevi, nell'ordine di una settimana, dieci giorni, il rischio che le nostre vite fossero completamente sconvolte. Nei problemi ambientali purtroppo da un punto di vista psicologico non c'è questa spinta ad agire, perché crediamo che il problema sia distribuito su periodi più lunghi, o che interessi altri o le generazioni future. Questo rallenta molto le scelte concrete. Dovremo prendere esempio, maturare da questa lezione una incisività maggiore di tutte le scelte ambientali che per ora sono solo sulla carta, pensiamo al green deal europeo che è un grande pacchetto di misure ambientali che però al momento stentano a diventare prioritarie”.

Il convegno è stato organizzato dall'assessorato all'ambiente del comune di Imperia, in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale.

Si parla di cambiamenti climatici nella giornata giusta, - ha detto l'assessore all'ambiente Laura Gandolfo - in un 24 luglio che ci ha regalato dal sole alla grandine, alla pioggia e poi di nuovo per fortuna il sole. Se ne parla con il dottor Mercalli, il presidente dell'osservatorio meterologico italiano, quindi un personaggio di grande importanza da questo punto di vista. Parleremo anche dei cambiamenti climatici legati all'attualità, quindi in qualche modo anche al covid e a tutto quello che è successo in questi ultimi mesi. Da febbraio siamo arrivati a oggi, ma per fortuna riusciamo a farlo, purtroppo in numero ridotto. Mi dispiace per tutte le persone che non sono riuscite a prendere un posto per le normative covid”.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium