/ Attualità

Attualità | 24 luglio 2020, 12:50

L'Albero Magico di Taggia trova una casa e riapre, un servizio che offre un ritorno alla normalità per le famiglie (Foto e video)

Oggi l'inaugurazione nei nuovi locali di via Privata Roggeri, sede definitiva per il centro ricreativo del Comune di Taggia. Ne abbiamo parlato con l'assessore Maurizio Negroni e Fabio Boero della cooperativa L'Ancora.

L'Albero Magico di Taggia trova una casa e riapre, un servizio che offre un ritorno alla normalità per le famiglie (Foto e video)

C'è un grande senso di ritorno alla normalità nella riapertura dell'Albero Magico, il centro ricreativo comunale di Taggia. L'importante servizio è stato riattivato in questi giorni nella nuova sede di via Privata Roggeri (Locali ex Bianchi – Condominio La Fornace) a Levà. 

In questo modo, l'Albero Magico trova finalmente una sede definitiva, dopo vari spostamenti visti negli anni scorsi. Il servizio è stato attivato nei locali recuperati dopo la ristrutturazione di un immobile di proprietà comunale, ora adibito a Struttura Socio Riabilitativa a moderato impegno assistenziale e tutelare. 

La necessità di trovare una nuova sede si era resa manifestata nella seconda metà del 2019 come conseguenza dell'inagibilità scattata a Sanremo sull'edificio scolastico di corso Cavallotti dove trovava spazio anche l’Istituto Tecnico-Turistico “E. Ruffini – D. Aicardi”. Così a dicembre è stato stabilito che 8 aule della scuola media “Ruffini” di Taggia venissero destinate ai ragazzi delle scuole superiori. Spazi dove era stato temporaneamente ospitato proprio l'Albero Magico. 

La nuova soluzione di via Roggeri offre quindi uno sguardo concreto sul futuro del servizio offerto dal centro ricreativo comunale. Oggi, l'Albero Magico viene riattivato, grazie alla cooperativa L'Ancora che gestirà il centro; in questa fase, secondo l'offerta estiva per i giovani pensata dal Comune di Taggia e presentata nei giorni scorsi (LEGGI LA NOTIZIA). 

VIDEO SERVIZIO 

Questa inaugurazione è un motivo di grande soddisfazione per l'assessore ai servizi sociali del Comune di Taggia, Maurizio Negroni che ha seguito l'intero iter della pratica insieme alla dott.ssa Ilaria Natta, responsabile dei servizi socioeducativi e all'assistente sociale Sonia Ottone. "Oggi inauguriamo una sede che andrà avanti oltre il periodo estivo. - rimarca l'assessore Negroni - Questo discorso è fatto anche in relazione all'istituzione di una serie di offerte formative, culturali e sociali rivolte ai nostri giovani. E' sempre una cosa piacevole inaugurare un nuovo servizio per i nostri ragazzi ancora di più in questo periodo molto particolare". 

"Vogliamo dare un segnale di speranza con una ripartenza che possa dare sviluppo a un servizio per i ragazzi in attesa di una riapertura della scuola che forse ci darà la possibilità di tornare a una certa normalità. - sottolinea l'assessore - Abbiamo in mente una serie di altre iniziative che stanno andando a compimento, ritardate dalla situazione drammatica legata al Covid. Un passo alla volta vogliamo ricominciare e continuare a offrire servizi a una categoria di cittadini per noi molto importante, quella dei nostri figli e ragazzi".

Per l'occasione il Comune di Taggia ha fornito delle t-shirt con il logo dell'Albero Magico sia ai bambini che agli educatori.

"La riapertura  è stata organizzata in corsa per venire incontro alle famiglie che con l'estate ci saremmo aspettati che si sarebbero trovate ad avere delle esigenze lavorative, quindi anche con i loro figli, non essendoci la scuola. - ci spiega Fabio Boero, coordinatore dei servizi socioeducativi de L'AncoraQui viene offerto un sevizio tre mattine alla settimana. I bambini possono venire qua e accompagnati dai nostri educatori fare attività di gioco e socialità. Abbiamo anche costruito progetti ad hoc per non stare sempre al chiuso approfittando della bella stagione. Giriamo sul territorio valorizzandolo, secondo una logica di centro estivo diffuso, accompagnando i i bambini in gite alla scoperta di questi luoghi".

"Oltre a laboratori e giochi, qua abbiamo organizzato anche un'attività particolare nata dalla collaborazione con altri centri estivi italiani. - aggiunge - Con un collegamento in remoto, ci vediamo e giochiamo insieme con gli altri bimbi dei centri estivi che come noi, devono lavorare su piccoli gruppi. Li facciamo incontrare, facendoli giocare insieme a distanza, da più realtà d'Italia. Per questo progetto abbiamo ricevuto anche un contributo da un editore di giochi, Asmodee Italia che ci ha messo a disposizione molti titoli che usiamo per il gioco a distanza".

Questo per quanto riguarda l'estate ma intanto anche all'Albero Magico si guarda con attenzione alla possibile ripresa delle scuole a settembre. Il centro sarà regolarmente aperto tre pomeriggi alla settimana, sia con attività di gioco e socializzazione ma anche con un supporto scolastico. "Non abbiamo certezze sugli orari perchè il servizio è legato al mondo della scuola. - conclude Boero - Quindi le aperture saranno condizionate a quelli che saranno i tempi della scuola che oggi non siamo ancora in grado di ipotizzare. A settembre quando ci saranno più certezze ci sarà un lavoro di raccordo tra le esigenze della scuola e le famiglie per pianificare le aperture dell'Albero Magico". 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium