/ Tennis

Tennis | 14 luglio 2020, 10:30

Tennis. Il giovane campione Vincenzo Curinga sorprende ancora a Savona

Al campionato ligure, Slam by Head dove ha incontrato anche Enea Gaudenzi, figlio del noto tennista Andrea

Tennis. Il giovane campione Vincenzo Curinga sorprende ancora a Savona

Al campionato ligure, Slam by Head, svoltosi a Savona, presso il Circolo Caravelli Tennis Accademy, soprende ancora il giovanissimo Vincenzo Curinga, figlio del noto pilota Francesco.

In terra savonese il tabellone under 10 partiva dagli ottavi di finale, dove il badalucchese incontrava il torinese Filippo Gallo superandolo per 6/3 6/1. Ai quarti di finale successo sul monegasco Pietro Gandolfo per 6/3 6/3, mentre in semifinale superava il genovese Simone Moiso per 6/1 6/1. In finale ecco la super sfida con Enea Gaudenzi, figlio d'arte anche lui del famoso Andrea, con il trionfo per 6/2 6/1.

Il suo coach, Leopoldo Di Giacomo, presente quotidianamente nella quotidianità di Vincenzo, dal mattino alle 8 fino alla 17, con cui ha trovato una sintonia davvero al top, ci racconta:  "Siamo contenti perché il lavoro fatto in questi mesi e l'apprendimento stanno uscendo. Con Vincenzo stiamo facendo questo lavoro sui punti anche in allenamento, legando molto la tecnica, la tattica e la mente, in modo che lui sappia sempre quello che deve fare giocando sempre corretto e semplice, di conseguenza gioca divertendosi; però in partita tutto è più complicato.

La nostra fortuna che c'è sempre un rapporto continuo con Riccardo Piatti e il suo staff di alta qualità che ci sta aiutando a far capire a Vincenzo che l importante è soprattutto l atteggiamento, sapendo cosa fare in ogni situazione di gioco".

Vincenzo, ancora 9 anni, comunque rilascia la sua intervista: "Sono contento perché il maestro mi ha detto che il mio livello è salito, e questo per me è la cosa più importante. Poi vincere è sempre bello, però devo stare attento e capire che si impara sia vincendo sia perdendo. Mio papà è un esempio a livello agonistico e cerco di stare tranquillo come lui. Certo in campo ci sono io, e non credevo di riuscire ad arrivare in finale e addirittura a vincere; e per il secondo torneo di seguito.

Ora mi devo concentrare, perché ho altri due tornei questo mese, e cercherò di dare il massimo sempre; grazie a tutti i miei tifosi, soprattutto al Nonno Biagio, Dino e Antonella che mi seguono sempre; grazie ai miei genitori e al Comune di Montalto- Carpasio che mi lascia quotidianamente il campo da tennis, un vero privilegio".

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium