Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

Attualità | 11 luglio 2020, 12:25

Sanremo: a Verezzo rinasce la Trattoria Del Ponte, Filippi "Un sogno che si avvera"

L'inaugurazione si è svolta alla presenza dell'assessore regionale Gianni Berrino, dell'assessore del comune di Sanremo Mauro Menozzi e dei rappresentanti di CNA, il presidente Michele Breccione, il direttore Luciano Vazzano e con Luca Aschei, direttore della società di formazione 'Studio Aschei e associati'.

Sanremo: a Verezzo rinasce la Trattoria Del Ponte, Filippi "Un sogno che si avvera"

Giuliano Filippi ha scommesso sulla cucina tipica ligure con la 'riapertura' della Trattoria Del Ponte a Verezzo di Sanremo. Un locale dove si può respirare la tradizione della cucina ligure con ingredienti e ricette che parlano del territorio, il tutto accompagnato da un clima famigliare. 

L'inaugurazione si è svolta alla presenza dell'assessore regionale Gianni Berrino, dell'assessore del comune di Sanremo Mauro Menozzi e dei rappresentanti di CNA, il presidente Michele Breccione, il direttore Luciano Vazzano e con Luca Aschei, direttore della società di formazione 'Studio Aschei e associati'.

Infatti, la trattoria Del Ponte di strada Sant'Antonio è il risultato di un cammino portato avanti insieme a CNA Imperia con lo Studio Aschei. Attraverso il progetto AndareOltre, con i webinar realizzati durante il lockdown per aiutare gli imprenditori a migliorare la propria offerta e ad essere più competitivi, si è concretizzata quella che era un'idea diventata oggi un'opportunità di ripresa per un'azienda.  

Riaprire dopo il lockdown non è stato facile per nessuna attività, a maggior ragione quanto si tratta di dare vita a un nuovo locale nell'entroterra cittadino. Giuliano Filippi ci ha creduto e oggi ha ripreso in mano quella che era stata la trattoria dei nonni nel 1946. Lui negli ultimi 10 anni si è fatto un nome nel mondo della ristorazione con la sua attività di catering e quindi nel settore degli eventi e delle cerimonie. La rivisitazione della propria attività parte dall'importante opera di restauro per far rinascere un ristorante di famiglia capace di valorizzare la vera cucina tipica ligure. 

"Questo è il classico sogno nel cassetto che si avvera. - racconta Giuliano Filippi - I miei nonni aprirono nel 1946 come osteria, poi passò a mia madre e io l'ho gestita facendo solo catering. Qui i nostri ospiti troveranno una cucina legata al territorio per una mia filosofia di vita, un amore nei confronti di questa terra e dei suoi prodotti. Daremo una versione un po' più giovane ai piatti della tradizione. Oggi sono sempre meno i locali che puntano su una cucina tradizionale. Noi anziché allontanarci l'accogliamo in pieno". 

Luca Aschei ha poi spiegato come quel sogno nel cassetto di Filippi sia diventato oggi realtà: "...attraverso un corso di formazione sul marketing della ristorazione che ci porta appunto a coronare questo percorso. Ha avuto l'idea attraverso un corso di prendere la trattoria del nonno. Chiacchierando e lavorando insieme si creano delle sinergie. Qui c'è la voglia e l'impegno di riaprire in un momento così difficile per portare avanti quelle che sono le tradizioni della sua famiglia. Attraverso un percorso di leadership di decisione ed eliminazione delle paure che ci sono in questo momento abbiamo coronato il sogno di un nostro allievo". 

Il presidente di CNA, Breccione ha aggiunto: "Dopo questo lockdown ci troviamo di fronte ad un'attività che ha voglia di riaprire e rimettersi in gioco per portare i prodotti del territorio. Ringrazio Filippi che ci ha messo anima e cuore e gli auguro che possa andare tutto bene e possa far conoscere questo splendido borgo". 

Soddisfatto anche Gianni Berrino, in qualità di assessore regionale alle politiche dell'occupazione e del turismo ha dichiarato: "Qua riapre un'attività economica dopo il lockdown, un ristorante che si dedicherà alle tipicità della nostra cucina e alle eccellenze della nostra enogastronomia. Quindi una notizia assolutamente positiva. Ogni volta che riapre un'attività rinascono dei posti di lavoro e si portano persone magari in posti meno conosciuti della nostra riviera, di Sanremo. Speriamo che vengano tanti turisti perchè le nostre vallate meritano di essere viste e i nostri piatti tipici meritano sempre la pena di essere assaporati". 

Un pensiero positivo è arrivato anche dall'assessore Menozzi: "Riaprono le attività dell'entroterra che hanno un legame più specifico con il territorio. Qui ci sono prodotti della nostra tradizione, con l'entusiasmo di riprendere dopo un periodo di totale chiusura". 

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

mercoledì 05 agosto
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium