/ Cronaca

Notizie di sport

Cronaca | 10 luglio 2020, 15:12

L'imprenditore genovese Carlo Carpi in carcere a Sanremo, il padre presenta un esposto alla procura di Torino

Nelle nove pagine di esposto, Giampaolo Carpi ripercorre la vicenda del figlio

L'imprenditore genovese Carlo Carpi in carcere a Sanremo, il padre presenta un esposto alla procura di Torino

Giampaolo Carpi, il padre di Carlo Carpi, l'ex candidato sindaco di Imperia e Sanremo, detenuto dalla scorsa estate, da alcune settimane nel carcere di Sanremo, dopo quasi un anno a Genova, ha presentato un esposto alla procura di Torino, contro da parte del Direttore della Casa Circondariale di Genova e dei Magistrati di Sorveglianza di Genova. La denuncia è stata presentata a Torino perché la procura del capoluogo piemontese è competente in caso di controversie che riguardano magistrati liguri.

Nelle nove pagine di esposto, Giampaolo Carpi ripercorre la vicenda del figlio dopo la condanna.

“Mio figlio Carlo – scrive - si trova oggi detenuto presso la Casa Circondariale di San Remo (IM), dopo essere stato trasferito dalla Casa Circondariale di Genova Marassi dove si era costituito in data 1 Luglio 2019, per scontare una pena di anni 1 e mesi 10 di reclusione in seguito ad una sentenza definitiva della Corte di Appello di Torino che lo condannava per i reati di calunnia, stalking e diffamazione (persone offese sono l' avvocato di Genova Stefano Mascini per il reato di calunnia ed il magistrato in servizio presso il Tribunale di Genova Dott.ssa Simonetta Colella per i reati di calunnia, stalking e diffamazione)”.

“Con il presente esposto voglio segnalare una serie di situazioni anomale che si sono verificate e di cui mio figlio è stato vittima, affinchè la S.V. Ill.ma valuti se possono presentare profili di rilevanza penale ”, scrive il padre.

L'esposto è stato scritto da Giampaolo Carpi, e sarà depositato dall'avvocato Marco Mensi nei prossimi giorni. "Riguarda tutta la vicenda, compreso l'ultimo diniego di richiesta di domiciliari, respinta per gravi motivi ostativi. Secondo i giudici, visti i pregressi, Carpi potrebbe diffamare comunque le persone offese. Una tesi che noi respingiamo pienamente", spiega l'avvocato a Imperia News.

Francesco Li Noce

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium