/ Attualità

Notizie di sport

Attualità | 09 luglio 2020, 10:22

Imperia: in funzione da questa mattina i tre ascensori che collegano borgo Marina al Parasio (foto e video)

Abbiamo provato i tre impianti che, come annunciato dal sindaco Scajola, sono attivi da oggi. Non funziona, però l'aria condizionata. Si fermeranno ogni mese per la manutenzione

Imperia: in funzione da questa mattina i tre ascensori che collegano borgo Marina al Parasio (foto e video)

Sono in funzione, da stamani, gli ascensori che collegano borgo Marina al Parasio. Lo aveva annunciato il sindaco Claudio Scajola durante la conferenza stampa relativa al bilancio dei primi due anni di guida del comune. Ci siamo recati proprio per verificare la situazione e abbiamo appurato che gli impianti sono funzionanti e recano anche le disposizioni volte a mantenere il distanziamento sociale per contrastare il contagio da coronavirus. Erano inattivi dall’ottobre scorso.

Quattro sono le persone che possono salire contemporaneamente: una per ogni angolo. Sul pavimento saranno tracciati infatti, i segni per il mantenimento delle distanze. Indossare la mascherina è obbligatorio. Da quanto abbiamo appurato, però non è in funzione l’impianto dell’aria condizionata.

Il comune ha stanziato diverse somme per mettere in funzionamento i tre ascensori inclinati che collegano borgo Marina al Parasio, realizzati con fondi della comunità europea. Gli impianti spesso hanno avuto diverse problematiche rimanendo fermi anche per mesi. I guasti, in alcuni casi si sono verificati durante le corse, con persone rimaste intrappolate dentro le cabine, e costrette a chiedere l'intervento dei Vigili del Fuoco per uscirne.

La gestione degli impianti è stata affidata alla Thyssenkrupp. La Giunta Scajola ha quindi deciso di investire somme per ripristinarne il funzionamento anche perché, come riferito dal consigliere delegato Giovanni Montanaro, ciascun elevatore ha un costo di 400 mila euro e quindi eliminarli verrebbe a costare per le casse comunali 1 milione e 200 mila euro. Mentre sostituirli con le scale mobili vorrebbe dire spendere 900 mila euro.

Francesco Li Noce

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium