/ Economia

Economia | 09 luglio 2020, 07:21

Bonus vacanze: in provincia buona richiesta, ma non mancano le difficoltà da parte degli albergatori ad aderirvi

“I clienti lo vorrebbero adoperare per i week end, mentre per gli hotel sarebbe più conveniente utilizzarlo per soggiorni più lunghi, visto che nei fine settimana per fortuna si lavora ugualmente", spiega Americo Pilati

La stanza di un hotel (foto di repertorio)

La stanza di un hotel (foto di repertorio)

C'è una buona richiesta da parte dei turisti per quanto riguarda il bonus vacanze, ma, secondo il presidente dell'unione regionale ligure albergatori e turismo Americo Pilati, sarebbe troppo difficile per gli albergatori aderirvi. “E' un delirio iscriversi, tanti non ci sono riusciti perché è una pratica che deve essere fatta dai commercialisti. Sarebbe bastato un bonus stile buoni benzina”, commenta Pilati a Imperia News.

“Ciononostante – continua – noi abbiamo dato indirizzo di aderire perché non possiamo permetterci di perdere il flusso di arrivi in più che può generare”.

Per alcuni albergatori tuttavia, il bonus non sarebbe conveniente. “I clienti lo vorrebbero adoperare per i week end, mentre per gli hotel sarebbe più conveniente utilizzarlo per soggiorni più lunghi, visto che nei fine settimana per fortuna si lavora ugualmente. Inoltre, mentre chi ha tante camere è più propenso ad accettarli, i piccoli albergatori preferiscono rinunciarvi per non vedersi sottrato l'incasso”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium