/ Attualità

Attualità | 09 luglio 2020, 09:31

Vendita di 'bionde' al confine a rischio crollo: la Francia porta a una sola stecca l'acquisto nei paesi limitrofi

La decisione è stata presa dall'Assemblea nazionale transalpina. Ad oggi erano 4 le stecche acquistabili per un mercato, quello al confine per Ventimiglia, che calerà vistosamente.

Le code alla rivendita di tabacchi al confine di Ponte San Ludovico il 3 giugno scorso

Le code alla rivendita di tabacchi al confine di Ponte San Ludovico il 3 giugno scorso

L'Assemblea nazionale francese ha votato ieri a favore di una riduzione degli acquisti di sigarette e tabacco autorizzati nei paesi vicini. Lo scrive oggi il quotidiano ‘Nice Matin’. Una decisione che riguarda ovviamente la zona di confine con il nostro paese e le rivendite di tabacchi nel ventimigliese che lavorano molto con i clienti francesi.

Come è noto, infatti, le sigarette in Italia costano praticamente la metà della Francia e, tra Mentone e buona parte della Còte, sono molti i transalpini che vengono al confine per comprare le ‘bionde’. Secondo le nuove disposizioni i francesi potranno portare dall’Italia una sola stecca di sigarette rispetto alle quattro attuali.

Il Ministro francese Olivier Dussopt ha confermato che si tratta di "Un obiettivo di sanità pubblica e a sostegno dei rivenditori ma anche una lotta al contrabbando. Durante la chiusura dei confini per il Covid le tabaccherie di frontiera hanno registrato un forte aumento dei consumi e il mercato nero ha sofferto”.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium