/ Cronaca

Cronaca | 02 luglio 2020, 13:45

Ventimiglia: immigrazione e Campo Roya, il Prefetto Michele Di Bari "Terreno fertile per un'inversione di tendenza", il sindaco "Chiediamo intervento definitivo" (Foto e Video)

I rappresentanti del Ministero dell’Interno si trovano nella città di confine per effettuare un sopralluogo presso il Centro Migranti e nelle aree della città maggiormente interessate dal fenomeno migratorio

Ventimiglia: immigrazione e Campo Roya, il Prefetto Michele Di Bari "Terreno fertile per un'inversione di tendenza", il sindaco "Chiediamo intervento definitivo" (Foto e Video)

"Non servono ricette miracolistiche ma pragmatiche, capaci di incidere nella quotidianità. Ho trovato un terreno fertile sotto un profilo istituzionale perchè tutto ciò possa avere presto una inversione di tendenza".

Queste le parole dette dal Prefetto Michele Di Bari, Capo Dipartimento delle Libertà Civili e dell’Immigrazione, al termine del sopralluogo al Campo Roya di Ventimiglia. I rappresentanti del Ministero dell’Interno si trovano nella città di confine per effettuare un sopralluogo presso il Centro Migranti  e nelle aree della città maggiormente interessate dal fenomeno migratorio. "Tutti noi abbiamo piena consapevolezza che è un tema che esige risposte multiple, diversificate, perchè questo tema che da anni  è sul tappeto di Ventimiglia - ha aggiunto il Prefetto Di Bari - Credo che ci sono buone possibilità perchè l’incontro in Prefettura a Imperia possa davvero essere un punto fermo nella ricerca di soluzioni condivise. Il disagio che tutti noi avvertiamo è la risposta a ciò che stiamo vedendo e constatando. Crediamo fermamente in questa collaborazione”.

La visita è avvenuta alla presenza del Prefetto di Imperia Alberto Intini, dei vertici provinciali delle Forze di Polizia, del Vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale, del Presidente della Provincia Domenico Abbo, del Sindaco delle città di confine Gaetano Scullino e dell'On. Flavio Di Muro.

Positivo il commento del primo cittadino dopo la visita. “Parole importanti quelle pronunciate dal Prefetto Di Bari. Ora andremo in Prefettura per entrare nel concreto. Il fatto che sia arrivata da Roma una Commissione presieduta da un Prefetto, quindi finalizzata a trovare una soluzione per la città di Ventimiglia è finalmente un motivo di tranquillità. Mi auguro che si arrivi a una soluzione definitiva. Ventimiglia non deve pagare il prezzo più alto di questa situazione. Noi siamo consapevoli di essere una città di confine però non possiamo contare a essere portatori di situazioni di illegalità o quantomeno di continuo arrivo di persone che vogliono attraversare il confine per raggiungere la Francia e vengono continuamente respinte. Questo è risaputo. Devono essere fermati prima e poste in essere tutte le iniziative per fermarli. Si tratta di 200 / 300 persone e con l’estate sicuramente aumenteranno. Ventimiglia deve essere messa in condizione di riprendere il discorso economico turistico e senza avere questa parvenza di illegalità. Chiediamo un intervento definitivo”.

"Un’attenzione importante da parte del Ministero nelle sue figure di vertice tecnico e amministrativo, quindi la concretezza che piace in queste situazioni. - ha commentato la vicepresidente Sonia Viale - Nel mio percorso politico, mi ero presa l’impegno di aprire, durante una fase di emergenza del Nord Africa ma poi mi ero anche presa l’impegno di chiuderlo, finita l’emergenza, il fatto che rimanga un presidio di questa natura, vuol dire che per chi governa c’è ancora un’emergenza in atto. La gestione dell’immigrazione è ancora una criticità. Noi vorremmo che in questa città non ci fosse più una conseguenza di una politica dell’immigrazione sbagliata ma tornando a temi tecnici e organizzativi, come assessore regionale alla sanità, ascolterò in prefettura tutte le dichiarazioni e i passi perchè è importante, in un momento in cui dobbiamo elaborare piani territoriali, che anche luoghi di questa natura, comunità chiuse, siano poste sotto una sorveglianza sanitaria molto attenta, sia nell’interesse delle persone che sono qui che della comunità tutta ventimigliese".  

“Ho espresso quelle che sono le preoccupazioni della comunità ventimigliese. - ha aggiunto l'on. Flavio Di Muro - C’è una città di riviera, turistica e commerciale che non può pagare il prezzo di non controllo dell’immigrazione sul territorio nazionale. Sicuramente c’è da rivedere la posizione italiana con la Francia. Sicuramente bisogna cambiare le politiche di questo Governo. Sono preoccupato sull’annunciata revisione dei decreti sicurezza e per gli sbarchi degli ultimi giorni che possono portare a Ventimiglia una pressione migratoria che questa città ha già subito negli scorsi anni. Tutto questo non deve tornare a essere”.

"All'interno del campo ora ci sono 40 ospiti di cui 3 donne. Noi continuiamo  a fare il nostro lavoro mettendo sempre davanti l'umanità, cercando di aiutare chi è fuori e ci chiede aiuto. - ha detto Marsha Cuccuvè, responsabile del Campo Roja - Continuiamo a collaborare con la Prefettura e quindi per ora aspettiamo come si evolverà la situazione a livello sanitario e in tutta Italia. Ad oggi il Campo è chiuso a nuovi ingressi e si sta lavorando tutti insieme per capire quale sia la situazione migliore". 

La delegazione, unitamente agli altri intervenuti al sopralluogo, è diretta ad Imperia, presso il Palazzo del Governo. In Prefettura verrà fatto il punto della situazione relativa ai flussi di migranti verso la zona di confine e ai possibili profili dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium