/ Eventi

Eventi | 02 luglio 2020, 22:44

Sui sentieri dell'entroterra ligure di Ponente e sulle Alpi, settimane ricche di escursioni con "Monesi Young" da domani a mercoledì

Le iniziative sono tante e per tutti i gusti, per aderire bisogna iscriversi ed essere soci di Monesi Young, la quota di partecipazione è di € 10 (gratuita sino ai 18 anni)

Sui sentieri dell'entroterra ligure di Ponente e sulle Alpi, settimane ricche di escursioni con "Monesi Young" da domani a mercoledì

L’associazione sportiva, affiliata alla UISP, Monesi Young con le guide ambientali escursionistiche esperte del territorio ha in programma molte escursioni  nel ponente ligure, dove ha la sede e di cui è promotrice da tanti anni. Da questa stagione il motto è “cammina sempre” e quindi sono iniziate le camminate per tutti infrasettimanali, dedicate a chi ha tempo libero  e vuole conoscere il territorio in sicurezza con accompagnatori che sappiano unire l’escursione alla scoperta dei borghi.

Le iniziative sono tante e per tutti i gusti, per aderire bisogna iscriversi ed essere soci di Monesi Young, la quota di partecipazione è di € 10 (gratuita sino ai 18 anni)  e dotarsi di tutte le misure di sicurezza per ridurre i rischi della diffusione del virus COVID 19, in ottemperanza alle specifiche prescrizioni dell’ordinanza regionale. Il regolamento è scaricabile dal sito www.myben.it

Sabato 4 luglio Quattro passi intorno a Cipressa, natura e storiaUn invito a una breve escursione pomeridiana molto suggestiva a Cipressa, per scoprire il sentiero delle caselle, la torre saracena, i “brughi” della Pineta e la chiesina di Sant’Antonio.

Al termine aperitivo presso "La Buona Vita" a Cipressa
Durata escursione 2,5 ore
Dislivello 100 m
Difficoltà: T turistica
Barbara Campanini (GAE) 346 7944194
Ore 16.30 in Piazza della Chiesa a Cipressa (IM)

Domenica 5 luglio   – Tour delle Cave di Ardesia  
Le cave di ardesia sono state in alta Valle Argentina fonte di materiale edile per secoli e nei decenni dopo la seconda guerra mondiale hanno visto lo sviluppo di una fiorente economia nella estrazione di materiale di qualità, attività purtroppo ormai non più competitiva per effetto della globalizzazione dei mercati. L'escursione parte dal Rifugio Realdo per raggiungere la chiesa di Sant’Antonio e da qui ci si inoltra nel bosco per raggiungere le prime cave abbandonate: le cave possono essere viste solo dall'esterno, non sono visitabili all'interno per ragioni di sicurezza. Attraverso vie tracciate per raggiungere le cave o su sentieri di collegamento si sviluppa il prosieguo della escursione per toccare altre installazioni nel comprensorio tra Realdo e Verdeggia.
Lunghezza: 6km Dislivello: 500 m
Difficoltà: E – Escursionistica
Il percorso non presenta particolari difficoltà, è adatto a camminatori  che che vogliano iniziare a provare la esperienza in salita e discesa con dislivelli di medio impegno. NB: Dovremmo attraversare tratti nel bosco non tracciati o sentieri non manutenuti

Giampiero De Zanet (GAE) 339 1183146

Lunedì 6 luglio L’ORIZZONTE INFINITO VARIGOTTI NOLI
Cammineremo su uno dei sentieri più belli della Liguria, il sentiero del Pellegrino, ricco di storia, curiosità e soprattutto panorami infiniti. Entreremo nell’antico borgo con le casette colorate per salire a Punta Crena, una fortezza marittima bizantina, con la torre quadrangolare posta all’estremità sud del pianoro. Con dei lunghi saliscendi su rocce bianche talvolta a strapiombo sul mare, toccheremo la chiesa di San Lorenzo, la torre delle Streghe, la grotta dei Falsari, l’eremo del Capitano d’Albertis, sempre immersi nella natura della macchia mediterranea a vista sul mare. Arrivati a Noli, pranzo in spiaggia (portatevi il cappellino) oppure cercheremo un angolo appartato per rifocillarci. L’escursione parte da Varigotti, camminando arriviamo a Noli, dove prenderemo il pullman per il ritorno.

Durata escursione 4 ore + le soste
Dislivello 400m circa
Difficoltà: E escursionistica
Marina Caramellino (GAE) 337.1066940

Mercoledì 8 luglio – La via di cresta Santa Brigida – Monte Faudo
Il monte Faudo (1151m) si innalza a breve distanza dal mare con la sua tondeggiante cima che emerge dalla macchia mediterranea e dai boschi. Dalla vetta si gode il panorama verso la valle del San Lorenzo e Imperia, la costa della Francia e della Toscana, nelle giornate più limpide si vede la Corsica, sul lato opposto si innalzano le vette più alte delle Alpi Liguri. Cammineremo in boschi di carpino che sono ottimi da funghi, purtroppo non per questa stagione. Il Faudo con il Passo di Vena è sempre stato percorso dai lavoratori stagionali che si recavano in Francia partendo da Imperia. Da Santa Brigida prenderemo un agevole sentiero per raggiungere il Passo Bastia dove sorge il Casone dei Partigiani, da qui il sentiero si fa più ripido per portarci in cima e godere del panorama e dei cavalli lasciati liberi a pascolare. Per il ritorno percorreremo in parte lo sterrato fra i boschi. L’escursione parte dalla cappella di Santa Brigida (comune di Dolcedo) raggiungibile da Poggi frazione di Imperia o da Civezza, quando prenoti ricordati di chiedermi le indicazioni stradali.
Claudio Zanardi (guida naturalistica) 348.4526914

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium