/ Attualità

Attualità | 30 giugno 2020, 07:14

Ventimiglia: sacchi di iuta in spiaggia, una turista "A Latte non sono stati messi, qui il distanziamento non è rispettato"

“Io per stare a distanza dagli altri scendo presto la mattina e delimito il mio spazio con teli e stuoini, ma la gente non è accorta”, ci racconta la donna. Intanto i sacchi sulle spiagge del centro finiscono in mare.

La spiaggia di Latte ieri pomeriggio

La spiaggia di Latte ieri pomeriggio

Si parla molto di sicurezza in questo periodo post Covid-19, con gli obblighi di mascherine, distanziamenti sociali ed al altro. Sulla questione sicurezza in spiaggia a Ventimiglia, per la quale è stato confermato come sulle spiagge libere siano stati installati sacchi di iuta per garantire le distanze, ci arriva la testimonianza di una nostra lettrice, piemontese, che è in vacanza in Liguria.

Ho letto il provvedimento dell'amministrazione comunale riguardo ai sacchi di iuta sulle spiagge libere (QUI), ma mi chiedo come mai a Latte, frazione di Ventimiglia, dove io mi trovo, non se ne vedono. Ho letto anche che è già attivo il servizio di vigilanza, ma qui non si è visto nessuno”, racconta la donna a Sanremo News. La donna sottolinea il problema sul distanziamento sociale, non sempre rispettato. “Io per stare a distanza dagli altri scendo presto la mattina e delimito il mio spazio con teli e stuoini, ma la gente non è accorta”, continua.

Ovviamente dipende dai giorni, ma ci sono momenti in cui gli assembramenti ci sono, sia in spiaggia che al supermercato, dove si riversano orde di francesi. Siamo a fine giugno, mi domando come sarà tra un mese”. La preoccupazione della nostra lettrice è più che lecita viste le foto che lei stessa ha scattato sulla spiaggia di Latte.

E intanto, sempre a Ventimiglia ma sulle spiagge del centro, i sacchi di iuta sistemati sugli arenili pubblici per il distanziamento sociale stanno facendo una brutta fine. Ancora una volta lo scarso senso civico di molti, stride con il bisogno di attenzione per evitare la recrudescenza dei contagi. Come si può vedere dalle foto, infatti, molti sacchi sono finiti sul bagnasciuga o, addirittura, in mare. Altri, invece, vengono spostati 'alla bisogna', e utilizzati come poggiatesta.

Francesco Li Noce - Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium