/ Politica

Politica | 24 giugno 2020, 07:11

Imperia: un nuovo decreto periferie per riqualificare le case 'parcheggio', la sfida futura per il comune

A giorni il governo stanzierà circa 850 milioni di euro per la riqualificazione delle periferie. Il ministro De Micheli, dopo averlo accennato durante il suo intervento, lunedì, ne ha parlato di persona con sindaco e vice sindaco

Imperia: un nuovo decreto periferie per riqualificare le case 'parcheggio', la sfida futura per il comune

La prossima sfida di Imperia, riguardo alle periferie potrebbe passare per la valorizzazione delle case popolari di proprietà del comune, in particolare delle case parcheggio di via Airenti, da tempo note alle cronache come zona di degrado, su cui occorrerebbero investimenti per la riqualificazione. L'opportunità potrebbe darla il decreto ministeriale sulle periferie che a giorni dovrebbe essere firmato dal Governo. Ad annunciarlo lunedì è stata il ministro alle infrastrutture Paola De Micheli durante il suo intervento per la posa della prima pietra della pista ciclabile (QUI), finanziata con fondi di un altro bando del governo mirato alla riqualificazione delle periferie.

Il ministro, dopo averne fatto cenno durante il suo discorso, ne ha poi parlato con il sindaco Claudio Scajola e con il vice sindaco Giuseppe Fossati, che ha anche la delega all'urbanistica.

Si tratta di un bando molto importante al quale Imperia parteciperà sicuramente. - commenta Fossati a Imperia News – Appena ho saputo del decreto ho pensato a un recupero delle case parcheggio che necessitano di un investimento molto importante”. Non è escluso però che i fondi possano essere destinati verso un altro progetto.

I finanziamenti verranno assegnati con lo scopo di valorizzare le aree urbane più degradate, coinvolgendo anche soggetti privati. L'obiettivo è quello di rendere queste zone non solo 'dormitori', ma quartieri dove poter trovare servizi per chi ci vive.

Le persone sono la misura del nostro agire. La qualità della loro vita, che vivano in centro o in zone rurali, deve essere la ragione del nostro agire”, ha detto il ministro durante il suo intervento, a proposito della pista ciclabile, ricordando che in Liguria dalla nascita del governo Conte bis è stato investito un miliardo di euro in infrastrutture. Il nuovo decreto prevede fondi per 850 milioni a livello nazionale. “Immagino che anche questa città vorrà proporsi e candidarsi per un importante intervento urbano”, ha aggiunto il ministro.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium