Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 24 giugno 2020, 11:30

Aquila d'Arroscia: riaperta la provinciale danneggiata da una frana, ora il paese non è più diviso in due (Foto)

Venti metri di strada resa inagibile dalle rocce che avevano danneggiato il manto stradale, il guard rail e divelto un palo della luce. La conseguenza, per gli abitanti era quella di dover percorrere un percorso alternativo di sei chilometri, non percorribile per gli autobus, per raggiungere il centro, dove si trovano il comune e l'ufficio postale

Aquila d'Arroscia: riaperta la provinciale danneggiata da una frana, ora il paese non è più diviso in due (Foto)

È una giornata importante per la valle Arroscia grazie al completamento dei lavori della strada provinciale mezza costa 78, chiusa per una frana causata dalle piogge dello scorso autunno, che aveva diviso in due il paesino di Aquila d'Arroscia.

Venti metri di strada resa inagibile dalle rocce che avevano danneggiato il manto stradale, il guard rail e divelto un palo della luce. La conseguenza, per gli abitanti era quella di dover percorrere un percorso alternativo di sei chilometri per raggiungere il centro, dove si trovano il comune e l'ufficio postale. Da quel giorno era inoltre stato sospeso il servizio di trasporto pubblico, perché i pullman non potevano percorrere la stradina impervia del percorso alternativo.

“Ringrazio il geometra Pier Carlo Gandolfo e l'Ing. Michele Russo della Provincia, oltre alla ditta Manfredi che ha fatto i lavori. Ora Aquila non è più divisa in due”, ha commentato il sindaco Tullio Cha a Imperia News.

L'intervento, costato circa 50mila euro, prevede, oltre al ripristino del manto stradale, il riposizionamento del guard rail, del palo della luce e il posizionamento di barriere geonaturalistiche con micropali in legno per contenere eventuali futuri movimenti franosi.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium