/ Attualità

Attualità | 18 giugno 2020, 17:38

Ventimiglia: stop alla musica a mezzanotte sul lungomare e divieti sulla somministrazione, polemica tra i commercianti

Emanata l'ordinanza del Sindaco che vieta l'intrattenimento musicale dopo le 24. Trucchi (Confcommercio) "Sono perplesso, potevano contattarci"

Ventimiglia: stop alla musica a mezzanotte sul lungomare e divieti sulla somministrazione, polemica tra i commercianti

Potrebbe scatenare una serie di polemiche la nuova ordinanza del Sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, in relazione ai nuovi orari per l’intrattenimento musicale e la somministrazione di alimenti e bevande per i pubblici esercizi.

L’ordinanza, secondo fonti ben informate, sarebbe scaturita anche da una serie di problematiche legate a lamentele di residenti del lungomare per assembramenti e schiamazzi a tarda notte. Proprio per questo il Sindaco ha stabilito che, tutti i pubblici esercizi sul fronte mare chiudano eventuali intrattenimenti musicali a mezzanotte e, per gli altri locali nel resto della città, alle 23.

Per quanto riguarda, invece, la somministrazione di alimenti e bevande, questa dovrà essere sospesa a mezzanotte dal lunedì al giovedì e, all’una, il venerdì, sabato e domenica oltre che nei festivi.

“Pur rispettando le decisioni di Sindaco e Amministrazione – ha detto il presidente locale di Confcommercio, Dario Trucchi sono perplesso sull’Ordinanza e ho dato mandato agli uffici per inviare una lettera al primo cittadino in modo da avere chiarimenti in merito. Sicuramente è un documento fatto in buona fede ma, in questo momento così difficile, far chiudere gli intrattenimenti a questi orari, può essere una mazzata definitiva. Sulla regolamentazione della musica posso essere d’accordo, ma bisogna andare a colpire solo sui locali che non rispettano le regole e non ‘blindare’ la città. Proprio nel momento in cui la Regione apre invece le discoteche. Sarebbe stato importante consultare le associazioni di categoria, prima di emanare l’ordinanza, in modo da lavorare insieme. Noi siamo in disaccordo su questa presa di posizione, soprattutto sullo stop alla somministrazione di cibo e bevande dopo una certa ora”.

“Questa decisione ci sembra fuori luogo – ha dichiarato il Consigliere di opposizione Enrico Ioculano perché ci sono molti locali che vivono di quello. Forse si potrebbero trovare e condividere delle formule. Ho sentito alcuni gestori sul lungomare e non si sono certo dimostrati contenti. Il loro lavoro si basa molto sulla ‘seconda serata’ che, in questo modo andrebbe bruciata totalmente. Senza manifestazioni a causa del Covid-19 ed il ‘coprifuoco’ che viene adottato saranno in molti a scegliere Sanremo o la Costa Azzurra per trascorrere le serate”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium