Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 13 giugno 2020, 12:30

San Bartolomeo al Mare, cartelli con il benvenuto a piemontesi e lombardi: l'inziativa della barista Giancarla Riva Garbolino

La titolare del locale "A battigia" ha deciso di mandare un messaggio chiaro: "Basta con questo razzismo - ci spiega- non giova a nessuno. Se noi imprenditori abbiamo i nostri turisti possiamo ricominciare"

San Bartolomeo al Mare, cartelli con il benvenuto a piemontesi e lombardi: l'inziativa della barista Giancarla Riva Garbolino

Basta con questo razzismo inutile, nel mio locale i turisti piemontesi e lombardi vengono accolti a braccia aperte e con il sorriso. Giancarla Riva Garbolino, titolare del bar “A battigia” di San Bartolomeo al Mare ci spiega così le motivazioni che l’hanno indotta ad affiggere sia all’esterno che all’interno del proprio locale alcuni cartelli con un messaggio molto chiaro: “Il bar a Battigia dà il benvenuto a tutti i piemontesi e i lombardi che con la loro presenza ci permettono di ricominciare”.  In seguito all’emergenza sanitaria dovuta al contagio da coronavirus fuori e dentro dei social c’è stato un vero e proprio “scontro” tra i liguri e i villeggianti provenienti da due delle regioni dove il virus ha registrato maggiore pervasività. C’è stato chi ha “minacciato” di non venire più nel dianese a trascorrere l’estate e chi di contro ha risposto di non gradire la loro presenza.

Abbiamo intervistato la signora Giancarla la quale si è dimostrata cordiale e gentile, rispecchiando in pieno le intenzioni che l’hanno portata ad affiggere quei volantini. “Ho ritenuto di doverlo scrivere chiaramente perché è un dato di fatto: se noi non avessimo loro come turisti non potremmo ricominciare. L’economia della nostra zona si basa per l’80% per cento di turismo. Se registriamo presenze, per noi, dopo questo periodo terribile, sottolinea, sarà solo una boccata d’ossigeno. Io sono solidale con i nostri ‘vicini’ del Piemonte e della Lombardia. Non è colpa di nessuno quanto è accaduto ed è per questo che li accolgo più che volentieri e senza alcuna paura”.

La signora Giancarla oltre a sottolineare l’aspetto economico della vicenda ci tiene, però a far passare anche un messaggio sociale. “Anche la nostra regione ha registrato numeri di casi importanti, precisa, alla salute ci teniamo tutti è ovvio, ma queste discriminazioni non mi appartengono. Tutti dobbiamo essere prudenti, io ho sanificato il mio locale e uso tutte le prescrizioni utili a garantire la sicurezza per i miei clienti e il mio personale e di contro i fruitori del mio bar usano le loro. 'Quindi di cosa dobbiamo avere timore?', si chiede.

L’iniziativa è stata gradita dai turisti i quali hanno raccontato, come ci racconta la signora Giancarla, di non aver trovato sempre la stessa sua accoglienza. “Mi hanno ringraziata, afferma, per questo gesto, ma mi hanno anche detto che in molte occasioni sono stati guardati con l’occhio del sospetto e questo è un grande errore che noi di San Bartolomeo, e delle zone vicine ma non solo, rischiamo di compiere. Gli dobbiamo aprire le nostre braccia perché se riparte il turismo noi potremmo risollevarci e poi non è corretto usare questo atteggiamento. Non giova a nessuno: né economicamente né umanamente”. I turisti del Piemonte e della Lombardia, ma non solo, adesso hanno un’ “amica” in più che, oltre ad aver deciso di assumere una posizione chiara e netta, da quanto si apprende sui social, prepara anche degli ottimi aperitivi. Nel caso, saranno tutti i benvenuti.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium