Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 29 maggio 2020, 13:40

Diano Marina, dal primo giugno riparte il servizio per la raccolta degli ingombranti rivolto ai cittadini

Si potranno conferire anche gli scarti vegetali come sfalci e potature

Diano Marina, dal primo giugno riparte il servizio per la raccolta degli ingombranti rivolto ai cittadini

A Diano Marina da giugno riparte il servizio per la raccolta materiale ingombrante e sfalci verdi diretto agli utenti privati. Il servizio era già in essere, ma era stato interrotto. Grazie alla collaborazione tra gli uffici comunali e la ditta “San Germano” adesso è stato ripristinato. Nello specifico si tratta della raccolta di rifiuti ingombranti come mobilia ed elettrodomestici e degli scarti vegetali quali potature e sfalci prodotti da privati. Per gli ingombranti il ritiro è previsto il primo mercoledì del mese alla fazione Diano Serreta, il secondo mercoledì del mese a piazza Jacopo Virgilio, il terzo venerdì del mese presso i giardini pubblici zona Gaiette mentre il quarto sabato del mese al cimitero di Diano Marina. L’orario è dalle 9.00 alle 11.00. Mentre per gli scarti vegetali il conferimento è previsto il primo martedì del mese al cimitero di Diano Marina, il secondo martedì del mese presso i giardini pubblici zona Gaiette, il terzo martedì del mese e il quarto venerdì del mese al cimitero di Diano Marina. L’orario è dalle 14.00 alle 15.30.

L'orario per il conferimento dei rifiuti urbani indifferenziati (collocati in idonei sacchetti chiusi) e dei rifiuti biodegradabili di cucine e mense (da conferire esclusivamente con sacchetti biodegradabili chiusi e privi di frazioni estranee) presso i cassonetti stradali è il seguente: dalle ore 18,30 alle ore 04,00 di tutti i giorni dal 01 giugno al 30 settembre. È vietato depositare rifiuti di qualsiasi tipologia fuori dai cassonetti stradali posizionati sul territorio comunale. Il servizio ritiro ingombranti a domicilio è espletato dalla San Germano spa chiamando al numero verde 800 308 403 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30  alle 12:00). I trasgressori delle disposizioni contenute nell'ordinanza sindacale emessa il 14 agosto del 2019 saranno puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da € 50,00 a € 500,00. Pagamento in misura ridotta, ai sensi della Legge 24 novembre 1981, n° 689, è di € 100,00.

“Questo tipo di raccolta- afferma l’assessore comunale all’ambiente Barbara Feltrin- è un servizio per il cittadino ed un modo per l’ente di incrementare la raccolta differenziata mandando al recupero tutte quelle frazioni che ad oggi finiscono nel cassonetto dell’indifferenziata”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium