/ Attualità

Attualità | 28 maggio 2020, 15:32

Sanremo: a Bussana sabato aprono le spiagge ma dovranno richiudere lunedì per rimuovere i legni delle mareggiate (Foto e Video)

L'allarme è stato lanciato da Davide Berardi, che gestisce il 'Daruma Beach' ed è esponente di Confartigianato.

Nella gallery le foto di oggi ed alcune immagini del legname poche ore dopo la mareggiata

Nella gallery le foto di oggi ed alcune immagini del legname poche ore dopo la mareggiata

Il litorale di Bussana ancora parzialmente invaso dai tronchi e materiale ligneo in genere che, in occasione delle giornate di maltempo a dicembre e gennaio, si è ‘spiaggiato’ sull’arenile.

L’allarme è stato lanciato da Davide Berardi, titolare del ‘Daruma Beach’ ma anche per conto del ‘Mai Ben’ e della ‘Cala degli Orsi’, visto che sabato prossimo è prevista l’apertura degli stabilimenti ma, secondo quanto affermato dal Comune matuziano, almeno fino a lunedì non inizieranno i lavori di rimozione: “E’ un problema che ‘pesa’ sul litorale di Bussana e, purtroppo, le promesse fatte di aiuto per liberare il materiale piaggiato, non sono state mantenute ma rimandate. Prima per il Coronavirus e poi per altro ma, oggi il problema riguarda la sistemazione di lettini ed ombrelloni che, da lunedì devono essere rimossi se partiranno i lavori. Ovviamente chiudendo la spiaggia perché dovranno essere utilizzati i macchinari specifici per liberare l’arenile. Siamo un po’ delusi perché eravamo pronti nonostante il lock down”.

A poche ore dall’apertura le previsioni sulla gestione estiva, con le restrizioni dettate dal Covid-19, c’è qualche timore in merito? “Come distanziamento non abbiamo problemi grossi qui a Bussana, visto che già l’anno scorso gli ombrelloni erano a tre metri e mezzo ed abbiamo pensato di arriva a quattro metri per dare maggior privacy ai clienti. Sono un po’ dubbioso sui giovani tra i 16 e 20 anni che verranno, perché chiaramente vorranno vivere la spiaggia a 360 gradi, giocando e in compagnia. Temo, nonostante la cartellonistica che stiamo predisponendo e a quanto diremo loro che i ragazzi facciano attenzione agli assembramenti. Già in questi giorni, mentre facevo i lavori, ho visto molti ragazzi che giocavano e qualche assembramento c’era”.

Sul piano economico, dopo aver perso le prime occasioni di incassi a causa del ‘lock down’, ci sarà la possibilità, almeno, di pareggiare i contri nel corto della stagione? “Spero che l’estate che inizia tra poco si possa trascorrere riuscendo a restare dentro le spese, visto che ci siamo già persi i ‘ponti’ di aprile e maggio. Per giugno partiremo ingranando le marce basse e poi cresceremo da metà giugno. I primi giorni, invece, saranno una prova per vedere come poter gestire le spiagge. Penso che la gente abbia voglia di venire al mare e vivere nella normalità. Ho prenotazioni per luglio e agosto e spero di poter lavorare al meglio dopo aver perso un mese. Ci auguriamo che il Comune ci venga incontro con i corrispettivi ed i canoni, senza dimenticare che le spese ci sono comunque, anche per risistemare la spiaggia al via della stagione. A breve avremo un incontro con gli Assessori al Bilancio e al Demanio per, conti alla mano, avviarci verso l’eliminazione di canoni e corrispettivi. Si spera”.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium