Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 21 aprile 2020, 19:36

Coronavirus, Toti: "I dati sono in decrescita. Diminuiscono i malati in terapia intensiva, siamo a meno 100"

Il governatore, nel consueto punto stampa serale, ha sottolineato inoltre, che per la 'fase 2' "ci fa ben sperare che il Governo valuterà regione per regione"

Coronavirus, Toti: "I dati sono in decrescita. Diminuiscono i malati in terapia intensiva, siamo a meno 100"

"Si consolida il dato in decrescita. Diminuiscono costantemente i pazienti in terapia intensive. E' un dato straordinariamente positivo, siamo scesi sotto le 100 unità". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti nel consueto punto stampa serale effettuato insieme all’assessore alla sanità Sonia Viale, all’assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone, al sindaco genovese Marco Bucci e al primario del reparto di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti. 

Ad oggi ammontano a 4.761 le persone positive al Covid-19 in Liguria, 11 in più rispetto a ieri, e sono 988 i deceduti dall’inizio dell’emergenza (33 più di ieri). I test effettuati sono 34.186 (1.179 più di ieri). Sono al domicilio 2.455 persone (61 più di ieri), clinicamente guariti (ma restano positivi e sono al domicilio) 1.298 persone (44 più di ieri). I guariti con 2 test consecutivi negativi sono 1.013 (51 più di ieri).1.008 sono gli ospedalizzati (28 in meno di ieri), di cui 94 in terapia intensiva e nel distretto imperiese sono 164 (di cui 15 in terapia intensiva) -2 rispetto a ieri. Le persone in sorveglianza attiva sono 2.610.

Il presidente Toti ha poi, passato in rassegna alcuni dei provvedimenti varati oggi dal consiglio regionali e tra questi c'è  la sospensione, fino alla fine di luglio, del pagamento del bollo auto. Stanziati poi, fondi per l’agricoltura e rimodulate le spese in altri settori per destinarli alla sanità. "Siamo tra i primi a mettere in campo investimenti a fondo perduto, ha detto fiero Toti, si tratta di strumenti necessari di aiuto alle imprese". 

Sulla cosiddetta "fase 2" il governatore ha dichiarato di "attendere le indicazioni dal Governo per la ripartenza; abbiamo inteso che verrà valutata la situazione regione per regione e questo ci fa ben sperare". In chiusura del suo intervento ha evidenziato che, non appena sarà completata la distribuzione (prevista entro il 27 aprile ndr) la Regione ha provveduto a donare cinque milioni di mascherine alla popolazione e al mondo del lavoro."Si tratta di un numero che nessun’altra regione ha messo in campo per le famiglie,  le imprese e lavoratori e a questi cinque milioni vanno sommate le altre destinate esclusivamente agli operatori sanitari". 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium