Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

INFERMIERE E SALUTE | 19 aprile 2020, 06:00

Occuparsi di sé attraverso la scrittura al tempo del Coronavirus

Ritorna l’appuntamento con la Dottoressa Irene Barbruni, a cui tutto il team di Infermiere e Salute fa gli auguri per l’arrivo del nuovo nato

Occuparsi di sé attraverso la scrittura al tempo del Coronavirus

Prima di dare spazio alla Dottoressa, vorrei ricordarvi alcune cose importantissime.

Siamo ancora in guerra, la battaglia NON è finita : non vanificate il nostro lavoro, non mettete a rischio la vostra salute e quella degli altri.

Fino a nuove disposizioni uscite solo se necessario : non è un gioco, di mezzo c’è la vita

- Rispettate la distanza tra le persone

- lavatevi spesso le mani

- indossate una semplice mascherina (non è così scontato), nei prossimi appuntamenti parleremo bene del perché questo presidio sia fondamentale.

Di covid-19 si guarisce !! Di Covid-19 si muore!! Tu non lo vedi, ma lui vede te, BENISSIMO.

Sii responsabile.


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La scrittura è come prima cosa un dialogo con noi stessi e per questo ha delle particolarità uniche nel suo genere. In modo particolare scrivere esclusivamente per se stessi come il classico diario, che spesso è stata ed è abitudine dell’adolescente, ha lo scopo di riordinare le proprie esperienze, idee, emozioni e sentimenti per aggiungere quel momento di riflessione indispensabile nel rapporto con se stessi e con il mondo. Il diario si scrive alla sera quando le emozioni vissute della giornata sono lontane e possono lasciare spazio alla riflessione sull’evento.

Oggi sempre più giovani scrivono su un Blog che diventa una sorta di diario pubblico. Non è però paragonabile alla scrittura di un diario privato, in quando si perde la possibilità di avere un momento di intimità con se stessi senza rapportarsi a qualcuno, con cui, invece, bisogna necessariamente essere in un certo modo e dal quale possiamo essere giudicati.

Oggi siamo più emotivi che non riflessivi e ciò ci rende meno capaci di affrontare le situazioni. Purtroppo la facilità e la velocità con cui possiamo comunicare ci rende più vicini all’emotività del momento più che ad una rielaborazione riflessiva di ciò che viviamo. Spesso lo scambio di conversazioni enfatizzano l’aspetto emotivo come l’utilizzo delle “faccine” che spinge verso una emotizzazione del dialogo. In una pagina di diario, che non verrà letta da nessuno, possiamo essere veramente sinceri, mentre sui social siamo portati a metterci in mostra poiché è presente il giudizio degli altri (che cerchiamo) e, quindi, non possiamo essere completamente noi stessi. É importante essere coscienti del mezzo che si usa senza farsi usare dallo strumento.

Il filosofo americano del pensiero libertario, H.D. Thoreau (1817-1862), sottolineava, nel suo libro Vita nei boschi, quanto gli uomini ormai fossero diventati appendici dei mezzi che usavano. E questo nell’Ottocento! Oggi è ancora più evidente che siano i mezzi a suggerire il loro utilizzo, non tanto la loro necessità.  Questi mezzi, più che essere mezzi di comunicazione, sono ormai mezzi di ostentazione di sé. Il loro costante impiego ci rende prevalentemente estrovertiti portandoci a perdere il contatto con il centro della nostra personalità. Quindi, è bene che ci si preoccupi di limitare la troppa esposizione agli altri, e ricercare invece dei momenti in cui possiamo contattare noi stessi. Ciò può essere la chiave per ritrovare l’intimità necessaria ad un sano equilibrio con se stessi e con il mondo. Proprio perché i mezzi cosiddetti di comunicazione ci allontanano dalla nostra intimità. Quello che osserviamo, come psicologi è proprio la diminuzione di intimità e l’aumento di emotività: l’emotività ci estroverte, mentre la ricerca dell’intimo ci introverte. Ecco che la scrittura, esercitata nella propria stanza davanti al foglio fianco, finalizzata ad una confessione introspettiva, ci sarà utile per riprendere un vero rapporto con la nostra vita interiore.

Nella società dei media l’ostentazione è il movente primo.  Affermare se stessi è il principio da cui scaturisce l’esigenza di primeggiare sugli altri e il mettersi in mostra. Ciò sviluppa la percezione di un “essere” che non è più “essere” ma “insistenza finita”, un essere già stato perché non in divenire, chiuso in sé; questo “essere già stato” motiva la coazione a ripetere i messaggi verso l’altro, da cui ci si aspetta la gratificazione. La gioia deriva da quanti contatti riesco a raggiungere. Ma quelle centinaia di contatti non sono veri contatti, ma solo la rappresentazione numerica del vuoto di autenticità e della banalità in cui è caduta la relazione.       

Mentre il rapporto autentico con se stessi, e con l’altro, proviene dall’accettazione di sé attraverso cui  scoprire il proprio vero io. E questa ricerca, che va condotta con tenacia e semplicità, è aiutata dai momenti di intimità con se stessi in cui la scrittura del proprio diario diviene un momento prezioso. 

Drs Irene Barbruni

 

Disclaimer:

Tutti gli articoli redatti dal sottoscritto, si avvalgono dei maggiori siti e documenti basati sulle evidenze, ove necessario sarà menzionata la fonte della notizia: essi NON sostituiscono la catena sanitaria di controllo e diagnosi di tutte le figure preposte, come ad esempio i medici. Solo un medico può effettuare la diagnosi ed approntare un piano di cura.

Le fonti possono non essere aggiornate e allo stato dell’arte possono esservi cure, diagnosi e percorsi migliorati rispetto all’articolo.

Immagini, loghi o contenuti sono proprietarie di chi li ha creati, chi è ritratto nelle foto ha dato il suo consenso implicito alla pubblicazione.

Le persone intervistate, parlano a titolo personale, per cui assumono la completa responsabilità dell’enunciato, e dei contenuti.

Il sottoscritto e Sanremonews in questo caso non ne rispondono.

 

Compito dell’infermiere è la somministrazione della cura, il controllo dei sintomi e la cultura all’ Educazione Sanitaria.

Roberto Pioppo

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

domenica 27 settembre
domenica 13 settembre
domenica 09 agosto
domenica 26 luglio
domenica 19 luglio
domenica 12 luglio
domenica 21 giugno
domenica 14 giugno
domenica 07 giugno
domenica 31 maggio
domenica 24 maggio
domenica 17 maggio
domenica 10 maggio
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium