/ Cronaca

Cronaca | 16 aprile 2020, 08:50

Ieri l'incontro con il comitato di monitoraggio al Covid-19: nuove disposizioni del governo del Principato di Monaco

Verranno comprate 80mila mascherine al mese da una ditta locale e sono previste nuove misure economiche per salvaguardare le aziende ed i posti di lavoro.

Ieri l'incontro con il comitato di monitoraggio al Covid-19: nuove disposizioni del governo del Principato di Monaco

Nuova riunione, ieri pomeriggio, per il comitato misto di monitoraggio al Covid-19 ed il governo del Principato di Monaco sulle decisioni prese e da prendere nel contesto della crisi sanitaria e delle sue conseguenze sociali ed economiche.

Il governo ha confermato la decisione di acquistare dalla locale società ‘Bettina’, tutta la sua produzione di maschere di tessuto riutilizzabili, cioè 80.000 pezzi al mese. Le maschere sono certificate dal servizio sanitario dell'esercito che riferisce al Ministero francese delle forze armate. Inoltre, sono state fornite informazioni sull'acquisizione di test sierologici.

Anche i membri del governo principesco e la delegazione del Consiglio nazionale hanno condiviso le loro opinioni su misure aggiuntive per sostenere le imprese e salvaguardare i posti di lavoro duramente colpiti dalla crisi sanitaria. L'obiettivo del governo è di adattare costantemente i sistemi all'evolversi della situazione. Sono state concordate le seguenti misure:
- nel quadro del ‘Fondo di garanzia’, per qualsiasi richiesta di prestito in contanti e autorizzazione di scoperto di importo inferiore a 50.000 euro, l'ente creditizio può, al termine della sua procedura interna, liberare le somme richieste dal senza dover chiedere al Fondo di garanzia il suo accordo preventivo;
- la soglia di reddito per l'ammissibilità dei lavoratori autonomi che lavorano a proprio nome, al pagamento del reddito minimo straordinario (RME), è ora fissata a 12.000 euro nel corso dell'anno e 3.000 nel trimestre, consentendo così di ampliare il numero di persone che potrebbero trarne beneficio;
- l'aiuto inizialmente fornito alle piccole strutture (SPA) è ora esteso alle società iscritte nel registro del commercio e dell'industria, ad esclusione delle società straniere, che raggiungono un fatturato annuo al netto delle imposte a 1,5 milioni e che hanno sofferto, dal 1° marzo, un calo delle attività mensili di almeno il 50% rispetto all'anno precedente nello stesso periodo;
- per motivi di equità, per le persone che svolgono la propria attività a proprio nome, un aiuto aggiuntivo per un importo di 3.200 euro sarà versato ai beneficiari dell'RME, per i mesi di marzo, aprile e maggio 2020. L l'aiuto mensile totale così versato a ciascun beneficiario ammonterà pertanto a 5.000 euro.

“Preservare posti di lavoro – evidenzia il governo monegasco - è la migliore garanzia per una ripresa economica rapida ed efficace dopo la crisi sanitaria. Per quanto riguarda la disoccupazione temporanea totale rafforzata, dal 13 aprile sono stati effettuati i primi pagamenti ai datori di lavoro che accelereranno nei prossimi giorni.

A livello legislativo, il governo principesco ha indicato che a breve presenterà un disegno di legge che incorpora le disposizioni che vietano licenziamenti ingiusti, rendendo obbligatorio il telelavoro per le posizioni che lo consentono e il trasporto altre misure legate alla crisi del virus Covid-19.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium