/ Speciale Coronavirus

| 04 aprile 2020, 07:21

Coronavirus: controlli della Polizia Locale a Taggia, Riva Ligure e Santo Stefano al Mare, un bilancio positivo che guarda verso Pasqua

Nonostante il numero di trasgressori sia costante ma in lieve calo, le amministrazioni comunali non intendono abbassare la guardia. Infatti i sindaci dei tre comuni guardano con attenzione all’arrivo del ponte di Pasqua

Coronavirus: controlli della Polizia Locale a Taggia, Riva Ligure e Santo Stefano al Mare, un bilancio positivo che guarda verso Pasqua

Non accennano a diminuire i controlli della polizia locale per verificare il rispetto delle misure restrittive nazionali sui movimenti, contro il diffondersi del contagio da Coronavirus. I numeri su Taggia, Riva Ligure e Santo Stefano al mare parlano chiaro.  

Dall’emanazione dei primi provvedimenti del presidente del consiglio Giuseppe Conte, gli agenti del corpo tabiese hanno controllato oltre 530 auto ed in 2 casi è scattata la denuncia penale. Questo ci fa capire che le due violazioni scoperte siano avvenute prima che cambiasse l’autocertificazione e quindi con il passaggio alla sanzione amministrativa.

I controlli su Taggia non si sono fermati ai soli veicoli ed alle persone. Infatti, questa attività ha interessato anche molti esercizi commerciali, tra quelli che oggi sono autorizzati all’apertura. In questo caso gli agenti tabiesi hanno preso in analisi il corretto rispetto delle misure precauzionali interne atte ad evitare assembramenti di persone. Sono ben 321 le attività commerciali controllate e tra queste figurano anche i supermercati più grandi delle aree commerciali, i piccoli negozi di generi alimentari e le attività che effettuano consegne a domicilio.

Uno scenario del tutto analogo emerge anche sulle altre due località costiere prese in esame. Su Riva Ligure ad oggi sono stati effettuati 71 controlli e sono state elevate 12 sanzioni, per altrettanti soggetti sorpresi fuori dalla propria abitazione senza una motivazione di necessità o urgenza, così come previsto sul modulo dell’autocertificazione. Su Santo Stefano al Mare le cifre complessive sono analoghe e per dare un dato ancora più puntuale, nell’ultima settimana, gli agenti della municipale hanno sorpreso 3 veicoli e 3 persone a piedi in violazione delle misure restrittive nazionali.

Nell’ultimo periodo sebbene i controlli vengano ripetuti a cadenza regolare non si riscontrano problemi o criticità significative. Segnale che, forse, rispetto ai primissimi giorni, la gente ha finalmente compreso il rischio e la pericolosità nel mancato rispetto di queste severe restrizioni che interessano tutta Italia.

Nonostante il numero di trasgressori sia costante ma con un lieve calo, le amministrazioni comunali non intendono abbassare la guardia. Infatti i sindaci dei tre comuni guardano con attenzione all’arrivo del ponte di Pasqua. Tra pochi giorni gli agenti dei tre comuni saranno chiamati ad avere un ‘occhio di riguardo’ sulle aree considerate sensibili, come il lungomare. Zone che se non ci trovassimo nell’emergenza Coronavirus, sarebbero prese d’assalto dalle persone.

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium