/ 

In Breve

| 29 marzo 2020, 20:09

Coronavirus, Toti: "Aumentati i tamponi, presto li faremo a domicilio. Vicini alla discesa dei contagi" (video)

Toti ha rassicurato sul numero delle terapie intensive, spiegando che il numero dei posti letto di terapia intensiva occupati è ancora inferiore alla capacità

Coronavirus, Toti: "Aumentati i tamponi, presto li faremo a domicilio. Vicini alla discesa dei contagi" (video)

In Liguria sono stati effettuati 923 tamponi, ma l’obiettivo è di incrementarli, arrivando a un migliaio al giorno. Lo ha detto il presidente della regione Giovanni Toti, che commentando i dati sui contagi odierni, ha riportato quanto riferiscono i tecnici, ovvero che saremmo vicini alla discesa dei nuovi contagi.



Il governatore, nel corso del consueto punto stampa, ha parlato dell’ampliamento del progetto sulla medicina territoriale, che prevede la somministrazione dei farmaci specifici, già utilizzati per gli ospedalizzati, anche per chi sarà curato al proprio domicilio. La procedura sarà la telefonata al 112, il pretriage telefonico, la visita a domicilio della squadra gsat (gruppi strutturati di assistenza territoriale), che dovrà decidere se sia necessario il ricovero o l’assistenza domiciliare. Nel secondo caso sarà allertato il medico di famiglia per stabilire le cure del caso. Altre dieci squadre gsat saranno impiegate per effettuare tamponi a domicilio, mentre prosegue il progetto dei test sierologici al personale sanitario.

Toti ha comunque precisato che il numero dei posti letto di terapia intensiva occupati è ancora inferiore alla capacità, e per quanto riguarda i pazienti che fuoriescono da terapia intensiva e di media intensità, sono pronte strutture in tutto il territorio ligure.

Infine Toti ha parlato dell’accordo preso con il ministero delle infrastrutture per fare attraccare a Piombino la nave da crociera Costa Diadema. A questo proposito, l’assessore alla protezione civile Giacomo Giampedrone ha dichiarato conclusa l’operazione Costa Luminosa attraccata a Savona, con lo sbarco dei 49membri dell’equipaggio risultati positivi, che saranno accompagnati in una località alle porte di Firenze dove portare a termine la quarantena. Restano in porto a Genova le navi MSC Opera e  Splendida.

Giampedrone ha poi annunciato che oggi pomeriggio sono arrivate 60mila mascherine chirurgiche e ffp2, e che domani a Torino e a Malpensa arriveranno dalla Cina quelle ordinate direttamente dalla regione. “Un carico sufficiente per mettere in linea la sanità ligure”.

L’assessore alla sanità Sonia Viale ha ricordato “il grande lavoro fatto da Alisa insieme alla protezione civile e agli enti locali per dare una risposta alle criticità.
Abbiamo pigiato ancora di più sull’acceleratore perché le persone hanno bisogno di risposte”. Viale ha spiegato che sono in corso bandi per reperire maggiore personale. L’assessore lo ha specificato anche riguardo al caso di Pontedassio, dove il sindaco Ilvo Calzia ha chiesto aiuto agli alpini e a Emergency per il reperimento di medici, infermieri e oss.

“Ricordo che medici e infermieri possono presentare domanda al bando di Alisa, non c’è bisogno di protocolli con le associazioni, abbiamo bisogno di medici e infermieri, stiamo dando supporto massimo nei confronti degli enti gestori. Stiamo perfezionando un accordo che permette alle oss di supportare il sistema anche non avendo superato il test finale”.


Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium