/ Cronaca

Cronaca | 04 marzo 2020, 13:40

Sanremo: stupro sulla ciclabile di due anni fa, Rodrigo De Franco è stato condannato a 6 anni

Il giudice lo ha assolto per la rapina, ma ne ha riconosciuto la piena colpevolezza per quanto riguarda lo stupro. La difesa aveva sostenuto la tesi del rapporto sessuale consenziente

Sanremo: stupro sulla ciclabile di due anni fa, Rodrigo De Franco è stato condannato a 6 anni

Sei anni di carcere e 50mila euro di risarcimento alla vittima. È la condanna che il gup Anna Bonsignorio ha emesso questa mattina nei confronti di Rodrigo De Franco, il trentaseienne italiano, di origini brasiliane, ritenuto responsabile di violenza sessuale. L'imputato era accusato di aver violentato una ragazza inglese di 23 anni che faceva jogging sulla pista ciclabile a Sanremo la mattina dell’8 ottobre del 2018.

Per lui il pm della Procura di Imperia, Enrico Cinnella Della Porta, aveva invocato la condanna a dieci anni, quattro mesi e 21giorni di carcere. Il giudice ha escluso la recidiva e ha assolto De Franco per la rapina, ma ne ha riconosciuto pienamente la colpevolezza per quanto riguarda lo stupro. I sei anni sono stati inflitti in abbreviato. Oggi, prima della sentenza, è stata la volta delle arringhe difensive. I due avvocati di De Franco, Eugenio Aluffi e Valentina Quaroni, avevano chiesto l’assoluzione perché il fatto non sussiste. La tesi difensiva, era che il rapporto tra i due fosse stato consenziente. Un’argomentazione che però non ha convinto il giudice.

Una sentenza che riteniamo giusta, il giudice ha riconosciuto la dinamica dei fatti”, ha commentato l’avvocato di parte civile Andrea Artioli, che ha assistito la ragazza al processo. De Franco era stato arrestato alcune ore dopo lo stupro all'esito di un blitz interforze di polizia e carabinieri. La vittima poi, lo scorso otto marzo, durante l'incidente probatorio avvenuto in tribunale, lo aveva riconosciuto indicandolo quindi come il suo aggressore.

La giovane aveva ricostruito i fatti senza mai cadere in contraddizione, confermando minuziosamente i dettagli già in possesso degli inquirenti. Una lucidità, quella della ragazza, che si è rivelata sicuramente utile ai fini dell'indagine condotta da Cinnella Della Porta. Oggi per l'imputato arriva una dura condanna all'esito di un processo che ha fatto luce su una brutale aggressione consumata nella città dei fiori ai danni di una giovanissima studentessa.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium