Calcio - 18 gennaio 2020, 05:00

Calciatori di Savona, El Shaarawy il più famoso che è riuscito a sfondare nel calcio

Quando si parla di calcio, si fa riferimento a uno degli sport più amati in tutto il mondo, se non a quello più conosciuto e diffuso.

Calciatori di Savona, El Shaarawy il più famoso che è riuscito a sfondare nel calcio

Calciatori di Savona, El Shaarawy il più famoso che è riuscito a sfondare nel calcio

Quando si parla di calcio, si fa riferimento a uno degli sport più amati in tutto il mondo, se non a quello più conosciuto e diffuso. Ebbene, chiunque da piccolo ha sognato almeno una volta di diventare un vero e proprio campione di football, però poi, effettivamente, sono in pochi quelli che ci riescono per davvero.
Interessante notare come non siano poi tantissimi i calciatori originari di Savona che sono riusciti ad arrivare ad altissimi livelli, partendo da questa provincia fino a sbarcare sui campi più importanti di tutta la Serie A. Sono solamente in 19 i ragazzi che ce l’hanno fatta: il più famoso è ovviamente Stephan El Shaarawy.

La storia di El Shaarawy che l’ha portato a vestire la maglia del Milan

El Shaarawy è stato probabilmente uno dei talenti italiani con la maglia del Milan che più hanno impressionato gli addetti ai lavori. Eppure, la sua carriera non è proseguita come da previsioni, visto che non è mai riuscito a raggiungere quella continuità di rendimento che tutti si aspettavano da un calciatore del suo calibro.

In realtà, anche il suo Milan, ovvero la squadra in cui Stephan è diventato grande, non se la sta passando benissimo. Immaginare in questo momento la società rossonera in Europa al termine della stagione, sarebbe veramente un colpo grosso: anche le quote delle varie piattaforme di scommesse online, particolarmente alte, lo testimoniano alla perfezione. Se vuoi avere informazioni sui bonus scommesse, è sufficiente dare un’occhiata sul web: chi inizia a scommettere di solito si imbatte in un bonus dedicato a chi crea un conto di gioco sulla piattaforma, ma in realtà visto ce ne sono tante tipologie, tra cui quelli senza deposito, con deposito, quelli di benvenuto e quelli di quota maggiorata.

El Shaarawy è nato a Savona nel 1992, si approccia al mondo del calcio nelle giovanili del Legino, ma fin da subito gli osservatori del Genoa lo notano e lo portano immediatamente all’ombra della Lanterna. Una chiamata azzeccata, dal momento che a soli 15 anni El Shaarawy è un titolare fisso in Primavera.

Correva l’anno 2008, quando El Shaarawy con l’Italia U16 e, in seguito, arriva il momento anche per esordire nella massima serie, con la trasferta di Verona contro il Chievo, che poi si rivela vittoriosa per la squadra rossoblù. Sempre nella medesima stagione, il Genoa primavera, con lui in campo, riesce a mettere le mani sulla Coppa Italia e sulla Supercoppa Italiana, mentre nella stagione successiva alza al cielo anche lo scudetto.

Il ragazzo di Savona fa strada anche con le giovanili della nazionale azzurra: con la compagine U17 riesce a ottenere il terzo posto agli Europei U17 del 2010, ma prende parte pure ai Mondiali U17. Le sue ottime prestazioni non fanno altro che attirare l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori, e le convocazioni con l’Italia U18 e quella U19 non fanno altro che confermarlo.

L’esperienza al Padova e la consacrazione definitiva

Il Genoa, conscio di avere tra le mani un grande talento, ha intenzione di farlo crescere: l’unico sistema per farlo giocare con continuità è certamente la strada del prestito. Così, El Shaarawy finisce al Padova in Serie B. Una stagione molto positiva, quella disputata con la maglia dei veneti, con 7 gol, di cui due nella post-season, in 25 presenze. Con lui in campo, il Padova rischia addirittura di finire nella massima serie, cullando fino all’ultimo il sogno della promozione.

La stagione a Padova non fa altro che diffondere il nome di El Shaarawy ormai a livello nazionale: l’Italia U21 lo convoca, ma è soprattutto il Milan che vuole mettere le mani su questo giovane talento e in estate lo porta a casa comprando il suo cartellino dal Genoa. La prima stagione è ricca di soddisfazioni, con 4 reti e 28 presenze, tra cui l’esordio in Champions League.

Ti potrebbero interessare anche:

SU