/ Attualità

Attualità | 09 dicembre 2019, 14:55

Rocchetta Nervina: iniziati i lavori per l'installazione della gru che servirà a costruire il ponte sulla Sp 68

La zona della fascia attigua alla strada provinciale verrà predisposta per poi sistemare la soletta in cemento armato, dove sarà eretta la gru necessaria. Al momento la Provincia rimane sulla tempistica già comunicata venerdì scorso, ovvero che il ponte potrà essere attivo entro l’Epifania.

Rocchetta Nervina: iniziati i lavori per l'installazione della gru che servirà a costruire il ponte sulla Sp 68

Sono iniziati i lavori per poter poi costruire la soletta, dove verrà installata la gru, che servirà a montare il ponte che toglierà dall’isolamento Rocchetta Nervina. Questa mattina sono stati tagliati gli alberi presenti nella zona destinata alla base ed è stato demolito un vecchio rudere, che avrebbe impedito l’installazione.

La zona della fascia attigua alla strada provinciale verrà predisposta per poi sistemare la soletta in cemento armato, dove sarà eretta la gru necessaria. Al momento la Provincia rimane sulla tempistica già comunicata venerdì scorso, ovvero che il ponte potrà essere attivo entro l’Epifania. Per quanto riguarda l’installazione del ponte, molto dipenderà dalle tempistiche di reazione del calcestruzzo che verrà utilizzato per la soletta, in relazione alla situazione meteorologica dei prossimi giorni.

Quasi certamente la gru verrà installata prima della settimana di Natale ma, ovviamente, viste le feste imminenti e le difficoltà che si incontreranno sicuramente nel passaggio della stessa, i tecnici della Provincia rimangono in attesa per dare tempistiche certe alla realizzazione del ponte.

E’ ovvio che a Rocchetta Nervina si spera di poter terminare il lavoro in fretta, per poter togliere il paese ed i suoi 300 abitanti (oltre alle attività commerciali) dall’isolamento provocato dalla frana sotto la strada provinciale 68. Una volta installato il ponte, tra l’altro, è già previsto un doppio intervento sulla stessa strada. Si tratta della realizzazione di una ‘berlinese’, ovvero un sostegno del terreno superiore alla provinciale (dove oggi c’è il camminamento) e, quindi, il lavoro vero e proprio alla strada.

Ci vorranno diversi mesi di lavoro e si dovrà fare i conti anche con il maltempo, visto che l’inverno è alle porte.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium