/ Politica

Politica | 30 settembre 2019, 11:57

Sanremo: lunedì prossimo Consiglio comunale sulla variante per la Rt, Giordano "Convinto che si è vicini alla soluzione"

Quanto ci metterà la Rt a vendere i due depositi ed incassare i soldi necessari per la sua sopravvivenza? “Quasi sicuramente verranno fatti due bandi – ha detto – e credo che si possano aprire le buste nel mese di gennaio del prossimo anno”.

Sanremo: lunedì prossimo Consiglio comunale sulla variante per la Rt, Giordano "Convinto che si è vicini alla soluzione"

“Spero e sono convinto che si è vicini alla soluzione, ma sono in ansia affinchè tutto vada come deve andare”. Lo ha detto il Presidente di Riviera Trasporti, Riccardo Giordano, in relazione alla notizia pubblicata nei giorni scorsi dal nostro giornale, sulla pratica per la ormai famosa variante di destinazione d’uso per il deposito di corso Cavallotti è in dirittura d’arrivo.

“Non vorrei che fosse qualche problema relativo ai tempi di presentazione della documentazione”, ha anche detto. Intanto il Consiglio comunale di Sanremo è stato convocato per lunedì prossimo e, nella riunione verrà discussa (tra gli altri argomenti), la pratica approvata dalla Giunta.

Il Consiglio comunale aveva già deliberato una pratica, in modo tale che la Rt potesse avere una destinazione d’uso commerciale. La Regione, però, durante la procedura per la Valutazione Ambientale Strategica (e in particolar perla sua assoggettabilità), ha chiesto alla RT di integrarlo con uno studio più approfondito, per capire se con la prossima destinazione commerciale, l’impatto ambientale per il traffico (compreso l’eventuale inquinamento) potesse essere maggiore rispetto ad una scuola (come da Puc precedente).

A seguito degli approfondimenti effettuati è stato elaborato un documento che conferma come la situazione dell’inquinamento dell’aria con destinazione d’uso commerciale sarebbe decisamente inferiore, qualora fosse stata destinata a scuola. Secondo lo studio sarebbero stati 790 i passaggi veicolari per la destinazione scolastica mentre saranno la metà con destinazione commerciale. Il documento che sarà analizzato dal Consiglio comunale lunedì prossimo, verrà presentato dall’Assessore ai lavori Pubblici, Massimo Donzella e verrà poi trasmesso alla Regione che lo delibererà in Giunta in pochi giorni, dando il via libera alla vendita della Rt, che attende da mesi questa possibilità per rimpinguare le proprie casse e fare gli investimenti necessari, sia per i nuovi mezzi che per i dipendenti.

Abbiamo chiesto al presidente Giordano cosa accadrà ora con l’ultima decisione del Consiglio e della Regione. Ovvero quanto ci metterà la Rt a vendere i due depositi ed incassare i soldi necessari per la sua sopravvivenza? “Quasi sicuramente verranno fatti due bandi – ha detto – e credo che si possano aprire le buste nel mese di gennaio del prossimo anno”.

La società, oltre agli investimenti da fare sui mezzi e sul personale, dovrà anche far fronte agli attuali creditori. In proposito, una volta pronta la delibera della Regione, la Rt potrà fare un piano di rientro ‘attestato’ in modo da non andare in concordato e far restare in piedi la società. Gli effetti delle vendite, però, si vedranno sul bilancio del 2021. Ci sono già delle manifestazioni di interesse sull’acquisto dei depositi di Sanremo e Ventimiglia. Per entrambi ci sarà una base d’asta sul valore patrimoniale delle proprietà, ovvero 8 milioni per Sanremo e 3 per Ventimiglia. “Al di sotto di quelle cifre non vendiamo” ha confermato Giordano, facendo trasparire la possibilità che gli incassi possano anche essere superiori.

E, tra due anni, Rt avrà un’altra bella gatta da pelare, ovvero quella del bando pubblico per la gestione del servizio di trasporto. Ma dovrà essere la Provincia a decidere se fare un bando o meno ovvero se proporlo oppure affidarlo ‘in house’ e, in questo caso, dovrebbe essere la Riviera Trasporti ad andare avanti.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium