/ Politica

Politica | 30 settembre 2019, 18:28

Bordighera: mozione di sfiducia nei confronti del vice Sindaco Bozzarelli in Consiglio comunale, la minoranza chiede una votazione a scrutinio segreto

Trattandosi di un fatto privato, come previsto dallo Statuto, la minoranza ha avanzato al Segretario comunale la richiesta di effettuare una votazione con scrutinio segreto, ogni consigliere potrà esprimere quindi il suo parere in modo anonimo.

Bordighera: mozione di sfiducia nei confronti del vice Sindaco Bozzarelli in Consiglio comunale, la minoranza chiede una votazione a scrutinio segreto

Potrebbe essere votata con uno scrutinio segreto la mozione presentata dai consiglieri di minoranza del comune di Bordighera in merito al comportamento del vice Sindaco Mauro Bozzarelli. Il 22 agosto quest’ultimo ha pubblicato sul suo profilo Facebook un post che non è stato accolto affatto bene dall’opposizione e dal Partito Democratico cittadino. “É evidente dai numeri che Salvini abbia sbagliato i suoi conti. Non ha tenuto in considerazione la voglia di Mattarella di riaffidare il paese al PD. Avanti con i mercanti di bambini e gli antagonisti dello sviluppo”, questo il testo del post del vice Sindaco. 

“Questa mozione da voce ai numerosissimi cittadini di Bordighera che sono sdegnati dalle recenti pubbliche affermazioni del Vicesindaco, offensive nei confronti del Presidente della Repubblica e di un partito politico - si legge nel documento presentato dalla minoranza compatta - ma il signor Bozzarelli non è soltanto il signor Bozzarelli, è un consigliere comunale eletto, un Assessore nella Giunta che governa Bordighera ed è anche un agente della Guardia di Finanza che ha giurato fedeltà alla Repubblica e alle sue Istituzioni.

Soprattutto, in questo momento, è il Vicesindaco di Bordighera. In tale ruolo, il signor Bozzarelli in assenza del Sindaco rappresenta il Comune di Bordighera ed esercita funzioni da ufficiale del Governo italiano. Le sue opinioni o affermazioni, quando cerchino riscontro pubblico, portano con sé, anche se non dichiaratamente, il peso e significato del ruolo istituzionale. E’ diritto dei cittadini aspettarsi che chi ha ruoli istituzionali e rappresenta il Comune operi con consapevolezza delle implicazioni e praticando in modo esemplare il rispetto per tutti - istituzioni, enti, partiti, individui.” 

Secondo la minoranza il comportamento del vice Sindaco ha leso gravemente la dignità del suo ruolo istituzionale e quindi della città che rappresenta, per questa ragione nel prossimo Consiglio comunale, l'opposizione, chiederà all’assise di pronunciarsi in merito alla seguente domanda: “Il comportamento del signor Bozzarelli è stato consono al suo ruolo di vice Sindaco, nel quale veste la fascia tricolore in rappresentanza di tutti i cittadini e dello Stato?” 

Trattandosi di un fatto privato, come previsto dallo Statuto, la minoranza ha avanzato al Segretario comunale la richiesta di effettuare una votazione con scrutinio segreto, ogni consigliere potrà esprimere quindi il suo parere in modo anonimo. 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium