/ Attualità

Attualità | 30 settembre 2019, 07:21

Monesi: 84 attività attendono la fine dei lavori per ritornare in attività, approvato intanto il progetto 'AD-Vitam' per la sicurezza

Negli ultimi mesi la Regione Liguria è intervenuta finanziando alcuni interventi per un importo complessivo di due milioni di euro, avviati ed in parte realizzati, che contribuiranno a ripristinare parte della viabilità interna gravemente danneggiata con il by pass di Monesi di Mendatica.

Monesi: 84 attività attendono la fine dei lavori per ritornare in attività, approvato intanto il progetto 'AD-Vitam' per la sicurezza

Sarà l’Unione dei comuni delle valli Argentina ed Armea a fungere da capofila per il raggiungimento di finanziamenti europei, nell’ambito di un programma ‘Interreg’ Italia-Francia Alcotra, finalizzato ad aumentare la resilienza sui territori danneggiati e maggiormente esposti ai rischi naturali.

Il progetto, denominato ‘AD-Vitam’ si pone come obiettivo lo sviluppo di un sistema d’allertamento per i movimenti franosi e basato sul rilevamento spazile innovativo delle piogge in atto e sulla modellistica in tempo reale. Si tratta di un progetto che ha già visto apposite delibere dei Consigli comunali di Mendatica, Armo ed Aquila d’Arroscia, che hanno delegato l’Unione delle Valli Argentina ed Armea, per procedere a loro nome nel bando Alcotra.

Il progetto ‘AD-Vitam’ sta realizzando alcune attività molto importanti, destinate sia alle Amministrazioni degli Enti locali che alle Comunità e popolazioni locali, quali: la valutazione delle relazioni precipitazioni-frane nell’ambito di eventi passati, la creazione di inventari e database, lo sviluppo di diversi modelli previsionali, la definizione di soglie di innesco e la produzione di mappe dinamiche di pericolosità (vulnerabilità) fondamentali per la gestione operativa.

Grazie al progetto ‘AD-Vitam’ è stato possibile accertare, vista la tipologia di dissesto in atto, come gli eventi meteo avversi dell’ottobre 2018 abbiano causato danni specifici al territorio ed alle infrastrutture e relativo al comprensorio di Monesi, interessato da movimenti franosi consistenti e strettamente monitorati.

Negli ultimi mesi la Regione Liguria è intervenuta finanziando alcuni interventi per un importo complessivo di due milioni di euro, avviati ed in parte realizzati, che contribuiranno a ripristinare parte della viabilità interna gravemente danneggiata con il by pass di Monesi di Mendatica. Previsti e terminati i lavori di consolidamento e monitoraggio del ponte sul Rio Bavera ed il ripristino della strada provinciale del Garezzo in fase di appalto ad opera della Provincia di Imperia (con richiesta di finanziamento) alla Regione Liguria.

Su richiesta del Comune di Mendatica e della Provincia di Imperia (ma in generale da tutto il territorio) è emersa l’evidente ed necessità di rilanciare il comprensorio di Monesi, in particolare sul riassetto idrogeologico e della ricettività turistica, attraverso un’offerta destagionalizzata, in modo da aumentare il numero dei fruitori dell’area durante tutto l’arco dell’anno e, nel breve periodo, garantire una prima ripresa delle attività turistiche e non.

Attività che, tra l’altro, non sono poche. In totale sono 84, così suddivise: Monesi di Triora 6, Mendatica 13, Briga Alta 11, Montegrosso Pian Latte 6, Cosio d’Arroscia 10 e Pornassio 38. In relazione a ciò anche la Giunta di Molini di Triora ha deliberato l’ok per l’Unione dei Comuni a chiede il finanziamento per il progetto ‘AD-Vitam’, fondamentale per la sicurezza del territorio.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium