/ Calcio

Calcio | 26 settembre 2019, 11:00

Calcio, Seconda Categoria. Garofalo della San Filippo: "L'Oneglia non è una sorpresa, Virtus atleticamente avanti, Borgio bel gruppo. Noi? Vogliamo salire"

Idee chiare sulla composizione dei gironi: "Assurdo che alcune squadre possano decidere dove giocare"

Calcio, Seconda Categoria. Garofalo della San Filippo: "L'Oneglia non è una sorpresa, Virtus atleticamente avanti, Borgio bel gruppo. Noi? Vogliamo salire"

L'esperto centrocampista della San Filippo Neri Mattia Garofalo analizza un avvio poco convincente in Coppa Liguria, parla degli obiettivi futuri dei giallorossi e commenta la composizione dei gironi di Seconda Categoria, comunicati la scorsa settimana dopo un'attesa giudicata da molti eccessiva.

"La società quest'anno si è mossa bene sul mercato, rinforzandosi a livello dirigenziale e a livello tecnico. Siamo certi di risolvere le nostre problematiche prima dell'inizio del campionato, quando la rosa sarà tutta a completa disposizione. Le prime domeniche ci hanno visto in difficoltà per varie situazioni, ma non dobbiamo cercare alibi", sostiene Garofalo, riferendosi alle prime gare di Coppa Liguria, dalle quali gli ingauni hanno raccolto solo un punto: sconfitte contro Borgio Verezzi e Oneglia e pareggio con la Virtus Sanremo. Tre squadre con le quali la San Filippo Neri incrocerà i tacchetti anche nel girone "A" di Seconda Categoria. "Tre buone squadre, molto organizzate – spiega Garofalo – che potranno dire la loro in campionata. L'Oneglia per me non è una sorpresa, basta guardare il loro parco giocatori. La Virtus ha preso Ambesi, ha Capozzucca davanti e tre o quattro ragazzi di grande corsa, che a livello atletico potrebbero competere in categorie ben più alte. Il Borgio, invece, è un bel gruppo e con una allenatore che conosco e stimo. Siamo poi curiosi di vedere all'opera l'Argentina di quest'anno".

In ogni caso, la falsa partenza in Coppa non ridimensiona gli obiettivi della squadra: "L'obiettivo è salire di categoria, inutile nasconderci. Visto che i play off sono un'incognita, ci vogliono poi mesi per capire se si sarà ripescati, dobbiamo cercare il colpo grosso e finire davanti a tutti. Chiaro che non sarà semplice. Per vincere un campionato ci vogliono un sacco di componenti: bravura, fame e fortuna, sotto tutti i punti di vista, anche quello arbitrale. Non ci siamo dimenticati di quanto accaduto lo scorso anno contro l'Argentina. Siamo pronti a riprenderci le nostre rivincite".

Infine, un commento sulla tanto travagliata composizione dei gironi: "Chiarisco subito che esprimo la mia opinione personale, di cui mi prendo la responsabilità, e non la posizione della mia società di appartenenza. Per un giocatore attempato come me, fare gli ultimi anni di carriera in mini campionati da 10 o 11 squadre è avvilente. Non concepisco l'idea che alcune società possano "scegliere" il girone da disputare, trovo assurdo che non si riesca a garantire un campionato con un numero minimo di squadre che non sia inferiore a 14. La Prima Categoria dovrebbe essere sempre a 16 e trovo che sia un errore aver fatto sparire la Terza Categoria. Non ci sono i numeri per la Terza? Benissimo, si chieda aiuto alle società e si completi il quadro con delle squadre B. Apprezzo questa coppa "allargata" che ci permette di giocare un po' di più, quindi va un plauso alla Federazione per la scelta, anche se sono ancora parecchio amareggiato per la suddivisione dell’anno passato, dove vi era il girone A di seconda con 11 squadre, di cui due "B", e il girone B con 13 squadre. Una suddivisione imbarazzante. Per lo meno, quest’anno, la divisione è un pochino più equa. Forse, insieme alle problematiche economiche, queste scelte scellerate hanno contribuito a svuotare i campionati: basti pensare che soltanto sette anni fa vi era una Prima Categoria da 16, due gironi di Seconda da 14 e una Terza da 10. Significa che in 7 anni si è perso più di un terzo delle squadre”.

 

Michael Traman

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium