/ Attualità

Attualità | 25 settembre 2019, 18:45

Imperia: Roya bis, approvato in linea tecnica il progetto di fattibilità del primo lotto per due milioni di euro

L’accordo per provare a realizzare il nuovo acquedotto era stato siglato il 9 maggio

L'accordo siglato a maggio

L'accordo siglato a maggio

Importante passo per la realizzazione del cosiddetto Roya bis, acquedotto di collegamento tra Imperia e il dianese con tubature sotto l'ex sedime ferroviario.

L'amministrazione comunale del capoluogo, capofila per ciò che concerne il primo lotto del lavoro, ha infatti approvato in linea tecnica, con una determina dirigenziale firmata dal responsabile del settore Lavori Pubblici Alessandro Croce, il progetto di fattibilità tecnica ed economica preliminare del primo lotto funzionale.

Al suo interno sono contenuti: una relazione tecnico illustrativa contenente anche dati bibliografici, accertamenti e indagini atti a pervenire a una completa caratterizzazione del territorio e delle aree impegnate, una relazione geologica preliminare, una serie di elaborati grafici, le prime indicazioni e misure finalizzate alla tutela della salute e sicurezza dei luoghi di lavoro e un computo metrico estimativo preliminare e quadro economico di progetto.

Il primo lotto, che va da borgo Prino al primo stacco di Diano Marina, avrà un costo stimato di circa 2 milioni di euro a fronte degli oltre 10 totali per la realizzazione dell'opera. I fondi verranno stanziati dalla Regione Liguria come "Provvedimenti urgenti in materia di emergenza idrica".

L’accordo per provare a realizzare il nuovo acquedotto, sopperendo a una crisi idrica che va avanti da anni, era stato siglato il 9 maggio dell’anno corrente alla presenza di tutti gli enti coinvolti direttamente: Provincia e Comune di Imperia, Diano Marina, San Bartolomeo al Mare, Cervo, Villa Faraldi, Diano Castello e Andora.

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium