/ Attualità

Attualità | 23 settembre 2019, 14:22

Imperia: tempistiche lavori alla Cascione, ipotesi di riapertura parziale. Vassallo "Tetto entro ottobre, per la vasca grande mancano ancora certezze" (Foto e Video)

Inizialmente la data fissata per la riapertura era quella di metà ottobre per ciò che concerne i lavori di efficientamento energetico con copertura del tetto, a questi si aggiungeranno però quelli di ristrutturazione della vasca centrale

Imperia: tempistiche lavori alla Cascione, ipotesi di riapertura parziale. Vassallo "Tetto entro ottobre, per la vasca grande mancano ancora certezze" (Foto e Video)

"Prima di tagliare dei nastri bisogna cercare di intervenire con la testa, magari soffrire un po', ma avere poi un qualcosa del quale non ci si debba più lamentare per tanti anni", lo ha detto l'assessore allo Sport del Comune di Imperia Simone Vassallo al termine della riunione odierna richiesta dai genitori della parte sportiva della Rari Nantes per conoscere le tempistiche di riapertura, post lavori, della piscina Felice Cascione

Un incontro in comune, durato più di un'ora, al quale hanno preso parte il succitato Vassallo insieme al sindaco Claudio Scajola, i genitori degli atleti, alcuni rappresentanti della società compresa la presidente Francesca Leone e le associazioni La Giraffa a Rotelle e IntegrAbili.

Inizialmente la data fissata per la riapertura era quella di metà ottobre per ciò che concerne i lavori di efficientamento energetico con copertura del tetto. Tempistiche che, con ogni probabilità, slitteranno di qualche settimana con obiettivo concreto di riaprire comunque entro la fine dello stesso primo mese autunnale usufruendo della vasca piccola.

Discorso differente per ciò che concerne la vasca grande anch'essa, novità odierna, entrata in corsa nei lavori di ristrutturazione con un ulteriore stanziamento di fondi. A oggi non si hanno certezze sulle tempistiche di questo ulteriore intervento e quindi sulla possibilità di accesso in acqua per gli atleti delle varie compagini giallorosse 'costretti', per ora, a trasferirsi nei limitrofi centri sportivi di Sanremo, Bordighera, Arma di Taggia e Albenga.

A fare il punto della situazione al termine della riunione l'assessore Vassallo che non ha escluso la possibilità di una riapertura parziale, auspicata da alcuni genitori:

"Stiamo cercando, in tutte le maniere, come amministrazione comunale, di dare un impianto natatorio efficiente e funzionale alla città di Imperia creando meno disagi possibili alla società e a tutte le persone che ne usufruiscono. Questo è il punto fondamentale.

Quello che oggi stiamo cercando di superare – prosegue – è questo scoglio della piscina chiusa. Stiamo facendo numerosi  interventi che non riguardano solo la parte del tetto, ma anche la vasca grande. Lavori necessari perché dopo tanti anni era doveroso intervenire e dare una riqualificazione importante all’impianto sportivo. Abbiamo ragionato con la società e i genitori cercando anche di dare risposte concrete per potersi organizzare. La mission è quella di avere il tetto finito nel mese di ottobre e vedere se si riesce a mettere a disposizione almeno gli spazi della vasca piccola e delle zone limitrofe. 

Nel frattempo si lavorerà e si cercherà, con grande sacrificio, di mettere ulteriori risorse all'interno della vasca grande e in poco tempo riaprirla, riqualificata e come è sempre stato da fiore all’occhiello della città. Questa è la missione per cui tutti dobbiamo spenderci. Dico anche che capisco il disagio di tutti, lo comprendo, sono a disposizione come sempre, quello che però è fondamentale è avere un impianto natatorio dignitoso e invidiato dalle altre città".

L'opzione che esce dalla riunione odierna è quindi quella di aprire parzialmente una volta terminati i lavori del tetto? "Questo diciamo che è un punto d'incontro per i genitori, per la società sportiva e per la città. Credo che sia l'obiettivo per il quale stiamo lavorando tutti, dal settore Lavori Pubblici ai miei uffici fino alle ditte. Non c’è cosa più bella di creare meno disagi possibili, dare delle risposte e tagliare dei nastri. Prima di tagliarli però bisogna cercare di intervenire con la testa, magari soffrire un po’, ma avere poi un qualcosa del quale non ci si debba più lamentare per tanti anni".

Sull'accesso per i disabili: "Se apriremo in maniera parziale loro riusciranno a compensare utilizzando la vasca piccola e non perdendo dunque il servizio necessario. Ho avuto rassicurazioni in tal senso dalle associazioni".

Si ha un'idea delle tempistiche per la riapertura totale? "Cercheremo di farlo in più breve tempo possibile. Non si hanno notizie certe perché nei cantieri spesso ci sono degli imprevisti. Fino a oggi non ne abbiamo avuto per la parte del tetto, speriamo di non averne neanche nella vasca grande".

Soddisfatta di quanto emerso dall'incontro la presidente de La Giraffa a Rotelle Michela Aloigi: "Siamo abbastanza soddisfatti perché sia il sindaco che l'assessore Vassallo ci hanno dato delle risposte. Certo non ci hanno dato le tempistiche perché ancora è presto, però speriamo a breve di poter riavere almeno la parte delle piscine piccoline. Ora ci dovremo rincontrare i primi giorni di ottobre per avere delle date. Un piccolo spiraglio si è aperto.
Noi abbiamo difficoltà di spostamento in altre città data la disabilità dei nostri ragazzi. Se invece riaprisse la vasca piccola sarebbe tanta roba
".

Le parti si rincontreranno all'inizio del mese di ottobre per fare un nuovo punto della situazione comprensivo di possibili date di riapertura parziale e totale.

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium