/ Eventi

Eventi | 03 agosto 2019, 08:01

Sanremo: da lunedì prossimo al 15 agosto la festa della Madonna della Costa, per la prima volta il 13 agosto ‘In-Canto sotto le stelle’

L’inizio delle manifestazioni, come da antica tradizione, ripresa tre anni fa dal Rettore si svolgerà lunedì 5 agosto, con la processione della venerata immagine della Madonna della Costa.

Sanremo: da lunedì prossimo al 15 agosto la festa della Madonna della Costa, per la prima volta il 13 agosto ‘In-Canto sotto le stelle’

Tradizione e innovazione nel segno della fede per il programma della festa della Madonna della Costa, che si svolgerà a Sanremo dal 5 al 15 agosto 2019.

L’inizio delle manifestazioni, come da antica tradizione, ripresa tre anni fa dal Rettore si svolgerà lunedì prossimo, con la processione della venerata immagine della Madonna della Costa. Il ritrovo è fissato alle 21 nella chiesa di Santo Stefano in piazza Cassini, da dove muoverà il corteo religioso, accompagnato dalla banda musicale “Società Filarmonica” di Verezzo. Attraversando i suggestivi “caruggi” del quartiere medievale della Pigna, la processione si concluderà in Santuario. Al termine, la banda eseguirà alcune musiche sul piazzale del Santuario.

Da martedì al 14 agosto, nove giorni di preghiera in Santuario scandiranno l’approssimarsi della festa di mezza estate. La Messa dell’alba, alle 6, tradizionalmente la più partecipata, sarà celebrata quest’anno dal Vescovo diocesano, Monsignor Antonio Suetta. Il Vescovo pronuncerà l’omelia anche alle Messa delle 8, celebrata dal Rettore don Giuseppe Puglisi. Nel pomeriggio si alterneranno in Santuario le comunità delle 14 parrocchie di Sanremo con i gruppi e le associazioni di volontariato, per l’Adorazione eucaristica, il Rosario e la Messa celebrata a turno dai Sacerdoti della città.

Martedì 13 agosto per la prima volta si svolgerà un grande evento musicale nella splendida cornice del sagrato monumentale del Santuario. “In-Canto sotto le stelle” è il titolo del Concerto lirico in onore della Madonna che verrà eseguito dal Coro di Andora, diretto dal M° Massimiliano Viapiano, con l’accompagnamento di pianoforte e percussioni. In programma brani del repertorio operistico romantico, da Verdi a Mascagni a Puccini, con una selezione dei Carmina Burana di Orff e altri classici internazionali. Solisti: Chiara Novaro (soprano) e Francesco Pignataro (tenore). Strumenti: Massimiliano Viapiano e Leonardo Ferretti (pianoforte), Gabriele Viapiano e Nico Terzi (percussioni). I brani saranno accompagnati dal Corpo di ballo della scuola “Progetto Danza” di Alassio, con le coreografie di Livia Gaburri. Lo spettacolo, realizzato con il Patrocinio del Comune di Sanremo, avrà inizio alle 21 ad ingresso libero. L’evento intende sottolineare i lavori di messa in sicurezza e restauro della facciata, ultimati pochi mesi fa e realizzati grazie al alle generose offerte di tanti fedeli.

ll Coro di Andora è una formazione polifonica a voci miste composta da circa 40 elementi in attività dal 2004 sotto la Direzione di Massimiliano Viapiano, cantante, pianista e compositore. Ha preso parte a rassegne e festival internazionali, in Marocco, in Austria, in Norvegia. Svolge anche attività teatrali di prosa e la tradizionale rievocazione della passione di Cristo con musiche e colonne sonore del direttore.

Mercoledì 14 agosto appuntamento alle 20.45 al porto Vecchio di Sanremo per la tradizionale cerimonia di nomina dei “Consoli del Mare” e alle 22,30 lo spettacolo pirotecnico sul mare. Le celebrazioni culmineranno giovedì 15 agosto, solennità dell’Assunta, con il corteo delle autorità fino al Santuario, l’investitura dei “Consoli del Mare” e il solenne PONTIFICALE del Vescovo, animato dai canti eseguiti dal Coro di Andora.

Don Giuseppe Puglisi, Rettore del Santuario, spiega il senso della festa di quest’anno: “La festa della Madonna della Costa vuole essere un’occasione per ravvivare la spiritualità dei sanremesi e di quanti giungono in città in questo periodo dell’anno. In un contesto frenetico e spesso alienante, abbiamo bisogno di fare memoria della presenza e dell’azione di Dio nella nostra vita. Troppo spesso non ci accorgiamo dei tanti doni che abbiamo. Per questo il primo moto della vita interiore deve essere il rendimento di grazie. Poi, prendendo coscienza dei nostri limiti, possiamo anche chiedere al Signore di orientare i nostri bisogni e i nostri desideri verso ciò che è realmente buono per noi. In questo, Maria ci è modello. A lei siamo chiamati a guardare nel bel mezzo dell’estate, per dare alla nostra vita un orizzonte più elevato e davvero immortale, e chiedere la protezione dal male che ci minaccia di vivere senza memoria e gratitudine”. In merito al programma, don Giuseppe dichiara: “Tra gli appuntamenti della festa di quest’anno, desidero sottolineare la generosa presenza del nostro Vescovo, che ha scelto di offrire la sua meditazione per tutti i giorni della Novena. Ringrazio anche quest’anno i confratelli Sacerdoti di Sanremo che animeranno i pellegrinaggi in Santuario delle loro comunità, evidenziando in questo modo il legame che ci unisce a Maria. Desidero segnalare anche la proposta originale del Concerto lirico del Coro di Andora, accompagnato dal Corpo di ballo, che attraverso il messaggio della bellezza del canto e delle forme ci aiuterà a innalzare il cuore alla bellezza più grande, che è quella di Dio nostro Creatore e della sua Madre Santissima”.

Il dipinto della Madonna della Costa (cm 80x55 su tavola), tradizionalmente attribuito a San Luca, è probabilmente opera di Fra Nicolò da Voltri, operativo a Genova nel sec. XIV. L’immagine è ritenuta prodigiosa e all’intercessione della Madonna della Costa sono attribuite molte grazie per la città di Sanremo e i suoi fedeli. Ai lati dell’immagine della Vergine vi sono due teste d’Angeli e due figure di Santi in abiti vescovili, San Siro e San Romolo, che furono in parte tagliate quando l’immagine venne adattata all’ovale che oggi ancora la contiene. Il 15 agosto del 1804 il dipinto è stato solennemente incoronato. Dall’alto della collina storica, la costa, Maria ha visto nascere la città e l’ha protetta nei secoli. Per questo la città di Sanremo è strettamente legata alla Madonna della Costa.

Il Santuario sorge sull’antico Oratorio di campagna che custodiva l’immagine, sito fuori le mura dell’abitato di “Sanromolo”. Nel 1474 venne fondata la Cappellania per la celebrazione quotidiana della Santa Messa. In questo luogo da secoli la gente giunge in preghiera attratta dalla sublime immagine della Vergine che risponde alla fede di chi la prega con favori e grazie. In questo Santuario si riscontra che Maria è persona viva, dotata di potenza e bontà, con la quale si può intessere un dialogo e alla quale rivolgere preghiere. Maria dal suo Santuario esercita una protezione speciale per i suoi figli e veglia continuamente su di loro.

È opinione diffusa che a Sanremo “possiamo stare tranquilli perché abbiamo la Madonna della Costa”. Questa fiducia nella sua protezione continua ancora oggi. Il Santuario è ancora il cuore spirituale di Sanremo: a lei ricorrono i marinai; la invocano i lavoratori della terra per le necessità delle loro coltivazioni; a lei si raccomandano i malati; la si prega per ogni difficoltà; a lei si consacrano gli sposi e i bambini; è invocata la sua intercessione nella preghiera di suffragio per i defunti; accoglie e dona serenità agli ospiti del vicino Cottolengo.

Il Santuario della Madonna della Costa è la casa di tutti, specialmente dei tanti fedeli che ancora privatamente e nel silenzio compiono il loro pellegrinaggio per chiedere una preghiera o una speciale grazia e anche dei molti turisti che salgono a visitarlo, attratti dalla sua mole possente.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium