/ Cronaca

Cronaca | 06 luglio 2019, 12:31

Irregolarità nella raccolta differenziata: condominio di Arma di Taggia sottoposto a controlli delle forze dell'ordine

Un'attività in sinergia che ha impegnato il Comune, la Polizia Locale ed i Carabinieri di Taggia

Da sinistra Enrico Mollo, Espedito Longobardi ed Enrico Borgoglio

Da sinistra Enrico Mollo, Espedito Longobardi ed Enrico Borgoglio

“La spazzatura stava iniziando ad invadere anche la sede stradale”. E’ questo l’amaro commento dell’assessore alla sicurezza Espedito Longobardi, dopo i controlli attivati con le forze dell’ordine su un intero condominio di Arma di Taggia.

Il campanello d’allarme scattato nelle ultime settimane è stato il sistematico conferimento di spazzatura lontano da qualsivoglia rispetto delle regole. Sacchetti senza codice identificativo, nessun tipo di differenziazione e qualsiasi genere di rifiuto, abbandonato, prima nelle pertinenze dello stabile e poi anche sulla pubblica via.

“Una situazione insostenibile”, come ha spiegato l’assessore Longobardi, presentando il risultato di questa attività, insieme al comandante della polizia locale Enrico Borgoglio ed all’agente Enrico Mollo. Una misura straordinaria adottata per la prima volta su Taggia e con l’avvallo del sindaco Mario Conio. L’attività è stata eseguita dalla Polizia Locale insieme ai Carabinieri della caserma di Taggia sotto il coordinamento del maresciallo Mauro Rinaldi. Una sinergia, quella tra Polizia Locale e Carabinieri che ha trovato il plauso ed il ringraziamento da parte dell’assessore.

In base agli errati conferimenti analizzati dall’agente Mollo, c’era il sospetto che ci potessero essere ulteriori irregolarità dietro quella palese situazione di degrado. Gli accertamenti hanno permesso di controllare la tipologia di contratto d’occupazione degli appartamenti ed anche, se persone, per lo più straniere, presenti all’interno dello stabile fossero in regola con le leggi sull’immigrazione. Sospetti che non hanno trovato conferma per queste fattispecie, dando esito completamente negativo. 

Discorso diverso invece per le irregolarità relative alla raccolta differenziata. Sono stati controllati 27 appartamenti, 14 di questi erano in regola con mastelli e sacchetti con codice identificativo, i restanti invece ne erano completamente privi. In questa prima fase il Comune ha optato per un ammonimento verbale. La risposta delle persone non in regola è stata immediata e nel corso della stessa giornata avevano già provveduto a dotarsi del kit per la differenziata. 

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium