/ Politica

Politica | 03 luglio 2019, 16:37

Imperia: la spiaggia per disabili del Prino approda in Consiglio Comunale, Gandolfo "È pronta, sarà aperta a giorni" (Foto e video)

L'assessore ha risposto alle interrogazioni della consigliera di minoranza Ponte. Presenta in consiglio anche parte dell'associazione 'La Giraffa a Rotelle'

Imperia: la spiaggia per disabili del Prino approda in Consiglio Comunale, Gandolfo "È pronta, sarà aperta a giorni" (Foto e video)

"La 'InSpiaggia' è pronta, in pochi giorni sarà effettivamente aperta". Lo ha detto l'assessore all'Arredo Urbano del Comune di Imperia Laura Gandolfo rispondendo all'interrogazione sulla nuova spiaggia per disabili in zona Prino, non ancora attiva, posta dal capogruppo del Movimento 5 Stelle Maria Nella Ponte.

Ponte ha chiesto: "Siamo in attesa che la spiaggia inclusiva e attrezzata per consentire alle persone con disabilità motoria di accedere alla spiaggia e al mare nominata InSpiaggia, annunciata dall'amministrazione in ottobre 2018 venga aperta al pubblico.

Considerato l'investimento di risorse pubbliche per la realizzazione delle strutture e la dotazione delle attrezzature necessarie quali pedane, scivoli e sedie apposite, al fine di perseguire gli elevati scopi sociali sottostanti la realizzazione di “InSpiaggia” che è aa accesso libero a tutti la cui capienza è limitata, chiedo se è stata prevista una forma di accesso prioritario a favore dei portatori di disabilità per tutta (o almeno una parte) dei posti disponibili nelle pedane come avviene ad esempio sui mezzi pubblici con posti riservati a specifiche categorie di utenti individuate. Chiedo inoltre se i lavori di montaggio sono stati completati e le attrezzature sono disponibili e per che giorno è prevista la consegna della spiaggia alla cittadinanza".

A risponderle, come detto, l'assessore Gandolfo: "La storia di questa spiaggia è abbastanza semplice. I denari del 2018 non bastavano per realizzare completamente tutto ciò che doveva esserci. Abbiamo atteso il finanziamento 2019 che è arrivato il 30 aprile. L’idea era quella di iniziare i lavori a metà maggio, ma i tempi si sono allungati per diverse problematiche. Sono iniziati effettivamente i lavori il 12 giugno. Le strutture sono montate, la fogna allacciata e l'acqua funziona. Aprendo la sedia job ci siamo accorti che manca una cintura che dovrebbe esserci fornita mercoledì. Domani firmeremo una sorta di convenzione con la spiaggia vicina che si impegnerà a pulire e quant'altro. In qualche giorno sarà pronta. Si tratta di un tratto di spiaggia esclusivo inserito in un'altra spiaggia”.

Ponte: "Sono soddisfatta, capisco che ci possano essere dei ritardi anche se sarebbe meglio di no. Suggerirei di inserire dei cartelli che spieghino che si tratta di un'area esclusiva".

Presente in consiglio anche parte dell'associazione 'La Giraffa a Rotelle' che durante la scorsa settimana aveva evidenziato il proprio disappunto per la mancata apertura dell'InSpiaggia e che si è così espressa tramite la propria presidende Michela Aloigi

 

Oltre a quella sopracitata la capogruppo grillina ha presentato altre tre interrogazioni sempre relative alla gestione e ai lavori sulle spiagge in diverse zone cittadine.

Prima tra queste quella relativa alla balaustra sita in spianata borgo Peri andata divelta a seguito della mareggiata di fine ottobre. La consigliera di minoranza ha chiesto: "…i lavori di ripristino sono stati apparentemente conclusi e il ponteggio allestito per il cantiere è stato rimosso. Parte del bordo del muretto prospiciente la spiaggia non è stato ripristinato chiedo se è conforme al progetto e all’appalto; se l’amministrazione comunale considera concluso il lavoro svolto dall’impresa esecutrice; se sono state presentate contestazioni in merito alla esecuzione del lavoro e se è stato disposto il pagamento.

A risponderle il vice sindaco Giuseppe Fossati in sostituzione dell'assessore ai Lavori Pubblici Ester D'Agostino:  "Bisogna distinguere due aspetti. L’intervento di ripristino successivo alla mareggiata è avvenuto e collaudato. L' altra parte alla quale si riferisce non è stata danneggiata dalla mareggiata, è evidente che vada fatto anche quel pezzo, ma la parte della mareggiata è ripristinata e in assoluta sicurezza. Gli interventi risolutivi sono stati posticipati a dopo l’estate".

"Sono in parte soddisfatta. Capisco che sia difficile stabilire se questa parte del muro sia ceduta o meno per la mareggiata. Considerato però che il ponteggio era già esistente mi sarei aspettata comunque che anche questa parte di muro sarebbe stata ripristinata unificando i due interventi e non affidando un nuovo cantiere".

Seconda interrogazione relativa alle spiagge per cani. Ponte spiega: "Ho ricevuto molte segnalazioni riguardo la fruizione delle spiagge libere di Imperia ove è consentito l’accesso anche ai cani per la presenza di cani senza guinzaglio, di deiezioni solide e liquide nella spiaggia che non vengono rimosse o non vengono irrorate di acqua pulita marina o dolce, per utilizzo per i cani delle docce destinate alle persone pur in presenza di apposito rubinetto dedicato agli amici a quattro zampe, oltre alla assenza di cartelli che evidenzino le regole di comportamento per i proprietari dei cani.

Per evidenti ragioni igieniche non si vedono più molti bambini alla spiaggia in zona Pennello e anche gli adulti sono restii a frequentarle.

Chiedo all’amministrazione se è a conoscenza di queste criticità, quali azioni intenda porre in essere al fine di consentire la civile convivenza e la regolare fruizione delle spiagge libere a tutta la cittadinanza e a chi possono rivolgersi gli utenti per segnalare comportamenti non conformi".

A risponderle l'assessore Laura Gandolfo: "Sono state fatte diverse segnalazioni al settore. Avevamo provveduto a stampare nuovi cartelli che sono stati affissi questa mattina con regole di civiltà e buona educazione che dispiace anche scrivere. Qualora questa non dovesse esistere si può contattare la Polizia Municipale affinché allontani dalla spiaggia i proprietari e i cani che non rispettino queste semplici regole".

Soddisfatta la consigliera Ponte.

Terza interrogazione relativa al bando spiagge sicure 2019. Questo quanto richiesto da Ponte: "Alcuni Comuni in provincia di Imperia hanno ottenuto fondi stanziati dal bando “spiagge sicure 2019” fruendo di circa 42.000 euro per l’assunzione di vigili chiedo se la città di Imperia ha partecipato al bando e nel caso di esito negativo e diniego dei fondi quale è la motivazione del rigetto della domanda.

Nel caso in cui il Comune di Imperia non avesse partecipato al bando chiedo di conoscere se il bando è stato valutato e quali motivazioni hanno giustificato la rinuncia a questa opportunità".

A risponderle nuovamente l’assessore Gandolfo: "La circolare che lei ha citato al punto b esclude categoricamente i capoluoghi di provincia dal bando".

Lorenzo Bonsignorio

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium