/ Politica

Politica | 02 luglio 2019, 07:21

Taggia: il primo tratto della strada per Beuzi è pubblico, siglato l'atto. Il sindaco “Ora attendiamo la parte più complessa”

L'atto arriva a nemmeno 24 ore dalle polemiche sollevate dall'opposizione

Taggia: il primo tratto della strada per Beuzi è pubblico, siglato l'atto. Il sindaco “Ora attendiamo la parte più complessa”

A Taggia nuovo passo avanti per la Strada per Beuzi. Ieri mattina davanti  al  Segretario Comunale è stato siglato l’atto di cessione del primo lotto di strada tra Comune, Immobiliare Colli ed Idroedil, pertanto, il primo tratto della strada da oggi è diventato ufficialmente pubblico. 

Un passaggio atteso a fine aprile e poi prorogato a fine giugno, per alcune difficoltà sopraggiunte nel trovare il collaudatore. A fronte dell’ottenimento di circa 3 chilometri di strada, il primo tratto stimato per un valore di circa 2 milioni di euro, il Comune non avrà nessun tipo di spesa perchè rimarranno a carico del soggetto privato le indennità di esproprio, l’ottenimento dei terreni le spese di collaudo e il termine di queste opere.

La questione è tornata d'attualità appena 24 ore fa, con l'intervento del gruppo consigliare di minoranza, 'Il Passo Giusto' che aveva lamentato proprio il mancato rispetto dei termini previsti (LEGGI LA NOTIZIA QUI). L'atto siglato stamani è stato salutato positivamente dal sindaco di Taggia, Mario Conio che ha rimarcato: “Come era già previsto da tempo, terminate le operazioni di collaudo e frazionamento, in data odierna è stata trasferita la proprietà del tratto di strada 'AB'. Da parte mia la soddisfazione che gli impegni assunti in consiglio comunale il 27 dicembre 2018 sono stati rispettati (LINK)”. 

La strada è importante perché, una volta terminata, collegherà lo svincolo autostradale con l’abitato di Beuzi. Le numerose famiglie di questa zona avranno finalmente una via d’accesso prioritaria, rapida e sicura evitando così di dover continuare ad essere costrette a percorrere lunghe strade impervie ed in pessime condizioni.

Ora che cosa accadrà? “Attendiamo e seguiamo con attenzione la parte più complessa che prevede entro fine anno il completamento e la cessione dell'intero tratto stradale da Taggia e Beuzi - sottolinea il primo cittadino - permettendo agli abitanti di quella zona di usufruire di collegamenti rapidi ed efficienti. Prendo atto delle critiche rivolte e rilevo che, se l’attuale opposizione avesse avuto la stessa solerzia in passato, oggi la strada sarebbe già una realtà consolidata".

"Da parte loro invece una totale inedia e inattività durata 10 anni. Fa sorridere oggi il loro invito rivoltomi  ad occuparmi seriamente della cosa pubblica. Ricordo che il sottoscritto e l’amministrazione che rappresento, in due anni ha sbloccato una situazione che si protraeva, anche per loro incapacità, dal 2003. - conclude Conio - Chi oggi critica per un ritardo di pochi giorni per dieci anni si è completamente dimenticato di far ottenere alla collettività quanto dovuto; dovrebbero essere coesi con noi e la cittadinanza nell'obiettivo di ottenere un importante risultato per la collettività, piuttosto che proporre sterili polemiche".

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium