/ Politica

Politica | 01 luglio 2019, 11:26

Imperia: "Il padre di Minasso era un fucilatore di partigiani", Sergio Cofferati chiede scusa all'ex Parlamentare e dona 4mila euro all'isah

Termina così la vicenda, iniziata con le dichiarazioni dell'ex segretario della Cgil ed ex Europarlamentare del Partito Democratico, Cofferati, il quale nel 2015, durante la trasmissione 'Coffee Break' su La 7, aveva dichiarato che il padre dell'ex Parlamentare fosse un "fucilatore di partigiani"

Imperia: "Il padre di Minasso era un fucilatore di partigiani", Sergio Cofferati chiede scusa all'ex Parlamentare e dona 4mila euro all'isah

Con una lettera di scuse e una donazione di 4mila euro all'Isah, si è chiusa la vicenda relativa alla querela presentata dall'ex Parlamentare del Pdl Eugenio Minasso nei confronti di Sergio Cofferati.

Termina così la vicenda, iniziata con le dichiarazioni dell'ex segretario della Cgil ed ex Europarlamentare del Partito Democratico, Cofferati, il quale nel 2015, durante la trasmissione 'Coffee Break' su La 7, aveva dichiarato che il padre dell'ex Parlamentare fosse un "fucilatore di partigiani". Cofferati aveva inoltre dato del 'fascista' a Minasso.

Parole troppo pesanti che avevano spinto l'ex deputato alla querela. "All'epoca mio padre aveva dodici anni, semmai tutta la sua famiglia era stata fucilata dai partigiani, e lui, proprio perché era un ragazzino, era stato risparmiato", ha commentato Minasso a Imperia News.

Le due parti, rappresentate dagli avvocati Alessandro Mager, per Minasso, e Mario Giribaldi per Cofferati, hanno tuttavia raggiunto un accordo che prevede la lettera di scuse e la donazione all'Isah.

Il giudice Francesca Minieri, questa mattina, ha preso atto della remissione di querela. Sotto la lettera inviata da Cofferati.

Francesco Li Noce

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium