/ Attualità

Attualità | 30 giugno 2019, 07:14

Ventimiglia: tuffi e bagni 'proibiti' dal tetto del bunker ai Balzi Rossi, chiesti maggiori controlli e un transennamento (Foto)

Poi, ovviamente, in caso di incidenti deve scattare la costosissima macchina di salvataggio, come accade spesso in un’altra zona vietata ma sempre ‘battuta’ dagli appassionati di canyoning, come quella del rio Barbaira.

Ventimiglia: tuffi e bagni 'proibiti' dal tetto del bunker ai Balzi Rossi, chiesti maggiori controlli e un transennamento (Foto)

Tuffi e bagni proibiti ai Balzi Rossi di Ventimiglia. Dopo l’Ordinanza di divieto della Guardia Costiera, già emanata lo scorso anno e confermata per l’estate 2019, il Comune di Ventimiglia ha emesso nei giorni scorso una sua ordinanza di divieto visto il grave pericolo per l’uso improprio della copertura del bunker militare dismesso ai Balzi Rossi ed utilizzato come piattaforma per tuffi, insieme ai muretti di contenimento della strada pedonale che conduce al Museo Preistorico dei Balzi Rossi.

Purtroppo, però, ci sono molti turisti, in particolare francesi, che in barba al divieto, si tuffano regolarmente dal bunker, con gravi pericoli. E’ accaduto ieri, come testimoniano le foto ma accade regolarmente e se i passanti avvicinati nei pressi del bunker e del giardinetto limitrofo antistante il Museo Preistorico, mettono in guardia gli incauti ragazzini sulla pericolosità ed i divieti vigenti, ricevono in risposta che sberleffi e insulti.

“Speriamo che, chi di dovere prenda urgentemente delle misure risolutive sulla problematica” ci hanno riferito alcuni ventimigliesi che chiedono il transennamento del bunker e l'affissione di pannelli inamovibili ben visibili, indicanti il divieto in lingua italiana e francese, e l'eventuale ammenda per i trasgressori.

Se così non fosse l’ordinanza di Guardia Costiera e Comune rimarrebbe lettera morta, visto che con la bella stagione in atto sono moltissimi i turisti ed i francesi che fanno il bagno e si tuffano nella zona. Poi, ovviamente, in caso di incidenti deve scattare la costosissima macchina di salvataggio, come accade spesso in un’altra zona vietata ma sempre ‘battuta’ dagli appassionati di canyoning, come quella del rio Barbaira.

(Le foto di tuffi e bagni dal bunker sono di ieri pomeriggio tra le 15 e le 16)

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium