/ Attualità

Attualità | 08 giugno 2019, 07:11

Imperia: dopo 44 anni Luca Bonjean saluta il suo Nautico. Ieri l'ultimo giorno con la sorpresa del premio a due studenti

L’ultimo regalo prima della pensione gliel’hanno fatto i suoi studenti, premiati al trofeo nazionale dei nautici ‘La Maddalena’. Luca Bonjean dopo 44 anni ieri ha salutato il suo Nautico

Imperia: dopo 44 anni Luca Bonjean saluta il suo Nautico. Ieri l'ultimo giorno con la sorpresa del premio a due studenti

L’ultimo regalo prima della pensione gliel’hanno fatto i suoi studenti, premiati al trofeo nazionale dei nautici ‘La Maddalena’. Luca Bonjean dopo 44 anni ieri ha salutato il suo Nautico di Imperia, messo a riposo per anzianità. Una scelta obbligata, non certo voluta, per lui che a fare il pensionato non ci si vede proprio.

Pensavo di poter andare avanti ancora un paio d’anni – racconta a Imperia News – invece è arrivato il pensionamento d’ufficio”. 65 anni da compiere, gran parte passati tra i banchi dell’istituto di piazza Roma, prima da studente, fino al 1972, poi dopo due anni passati a navigare, nel ’75 vi è tornato da insegnante.

Il Nautico è una parte regnante della mia vita, ho talmente tanti ricordi qui, tanti aneddoti, che in questo momento non riuscirei a raccontarne uno in particolare”, dice ancora. “Questa è la scuola che ho frequentato io, che ha frequentato mio figlio Matteo e il figlio di mio figlio, Francesco, oggi terzo ufficiale alla Carnival”.

La carriera fortunata del nipote non è un caso isolato. Il Nautico di Imperia è ormai considerato dagli addetti ai lavori tra le scuole più prestigiose, dove si formano ogni anno centinaia di studenti. Lo dimostrano i riconoscimenti ai due studenti, Edoardo Pallante, primo classificato nella sezione ‘apparati e impianti marittimi’, e Filippo Bosia, secondo nella sezione ‘conduzione mezzo arte navale’.

Bonjean, professore di esercitazioni nautiche, che nell’ultimo periodo è stato anche fiduciario dell’istituto, lo sa bene e ne parla con orgoglio: “Facciamo parte delle eccellenze nazionali, nessun Nautico in Italia può vantare due persone nell’ambito della stessa graduatoria come noi oggi. Il premio a questi due ragazzi è stato un regalo per la mia pensione. Io sono convinto che nonostante le difficoltà, il nostro Nautico sia tra i migliori in Italia, se non il migliore, e lo confermano gli studenti che fanno carriere, che entrano nelle accademie mercantili”.

Cosa farà in futuro, Bonjean sembra saperlo. “Sono anche istruttore di vela, ho fatto per 35 anni la scuola vela estiva ai bambini, e ora mi piacerebbe farla agli studenti nel Nautico, grazie all’imbarcazione ‘Excel’ donata dal Porto Maurizio Yacht Club. In ballo abbiamo anche un grosso progetto di restauro di un ‘Sangermani’ da 17 metri. Vorrei portare avanti tante attività, ovviamente ormai da volontario”.
    
Bonjean non si risparmia neanche se gli si chiede se collaborerà con il Comune. “Certo, spero di dare una mano per le prossime Vele d’Epoca, magari seguendo gli studenti del Nautico che collaborano con l’organizzazione”.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium