/ Attualità

Attualità | 04 giugno 2019, 07:11

Irregolarità nei fabbricati rurali, a Montegrosso Pian Latte fioccano le verifiche su Imu e Tari

Gli accertamenti sono partiti nei mesi scorsi e riguardano il pagamento di Imu e Tari negli ultimi cinque anni.

Irregolarità nei fabbricati rurali, a Montegrosso Pian Latte fioccano le verifiche su Imu e Tari

Fioccano le verifiche sull’avvenuto pagamento delle imposte sui magazzini di Montegrosso Pian Latte, piccolo comune della valle Arroscia dove la scorsa settimana è stato confermato per il terzo mandato consecutivo il Sindaco Giuliano Maglio. Gli accertamenti sono partiti nei mesi scorsi e riguardano il pagamento di Imu e Tari negli ultimi cinque anni.

La causa scatenante è la cancellazione, avvenuta per legge, dei fabbricati rurali, che oggi vengono accatastati come magazzini. La conseguenza è che i fabbricati, o diventano inagibili, o sono soggetti al pagamento della Tari, l’imposta sui rifiuti.

Il funzionario è obbligato a far partire l’accertamento. – spiega il Sindaco a Imperia News – Al momento so che le verifiche riguardano una cinquantina di immobili, ma non so dire quanti siano risultati irregolari”.

Quello di Montegrosso non è tuttavia un caso isolato. Sono diverse migliaia i fabbricati rurali nelle valli Impero e Arroscia. La conversione per legge in magazzini è avvenuta nel ’94, ma da allora si è agito in proroga, proprio per il numero consistente di fabbricati. A inizio anni 2000, l’allora Sindaco di Pieve di Teco Renzo Brunengo aveva avviato una verifica analoga a quella portata avanti oggi da Maglio, che aveva portato alla luce diverse irregolarità.

Ogni anno portiamo avanti nuovi accertamenti, ma il grosso era stato fatto all’epoca, oggi non si riscontrano irregolarità”, commenta l'attuale Sindaco Alessandro Alessandri.

Francesco Li Noce

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium