/ Attualità

Attualità | 29 maggio 2019, 07:11

Sanremo: a Villa Zirio la Fondazione delle Regioni Europee per la Ricerca, prevista importante visibilità a livello continentale

La Fondazione potrà dare un importante contributo al rilancio dell’immagine della città a livello internazionale ed alla promozione di sinergie con altri enti ed istituzioni per lo sviluppo di ulteriori iniziative a livello locale

Sanremo: a Villa Zirio la Fondazione delle Regioni Europee per la Ricerca, prevista importante visibilità a livello continentale

Il Comune di Sanremo ha assegnato a titolo gratuito alcuni locali all’interno di Villa Zirio, alla Fondazione delle Regioni Europee per la Ricerca, l’Educazione e la Formazione, che ha sede a Lione in Francia.

All’interno dei locali, che saranno ristrutturati a breve, troverà sede il Laboratorio Internazionale per l’Educazione alla Pace, per 5 anni. La Fondazione svolge le proprie attività istituzionali in collaborazione con diversi enti francesi ed italiani, tra i quali la Regione Lombardia, l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, l’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, nonché con enti ed organismi di diversi paesi europei nell’ambito di progetti finanziati da programmi Erasmus.

La Fondazione ha il coordinamento del progetto europeo ‘Upper’ (Systemic UPscaling of Peace Education pRactices), finanziato nell’ambito del programma ‘Erasmus’ e volto alla promozione della pace, del dialogo interculturale e della partecipazione civica al centro delle politiche educative e delle pratiche scolastiche. Il progetto si svolge in collaborazione con l’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, Istituto con il quale il Comune collabora per la realizzazione di eventi internazionali per la promozione dell’applicazione dei principi del diritto umanitario e della pace.

La Fondazione a cui sono stati assegnati i locali di Villa Zirio e l’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario collaborano anche nell’ambito del progetto europeo denominato ‘Child Up’ (Children Hybrid Integration: Learning Dialogue as a way of Upgranding Policies of Participation) che propone lo sviluppo di un’analisi scientifica comparata delle politiche europee di integrazione dei minori migranti nei paesi dell’Unione Europea.

Tra l’altro le attività del Laboratorio Internazionale per la Pace si collegano idealmente agli scopi promossi dal celebre Alfred Nobel, per lo sviluppo di relazioni pacifiche tra i popoli e saranno un importante contributo al rilancio dell’immagine della città a livello internazionale ed alla promozione di sinergie con altri enti ed istituzioni per lo sviluppo di ulteriori iniziative a livello locale, favorendo la presenza di personalità provenienti da diversi paesi europei e contribuendo quindi ad una positiva ricaduta economica sulla città.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium