/ Attualità

Attualità | 10 dicembre 2018, 14:05

Imperia: il Liceo Vieusseux al centro del 'Piano Lauree Scientifiche' con una giornata di laboratorio provinciale (Foto e video)

Professoressa De Meo: "Diffondere la cultura scientifica e orientare gli studenti alla scelta universitaria"

Imperia: il Liceo Vieusseux al centro del 'Piano Lauree Scientifiche' con una giornata di laboratorio provinciale (Foto e video)

Un seminario sul biossido di titanio e una sessione di laboratorio ecocompatibile ad animare il Liceo Vieusseux.
Giovedì 6 dicembre, nell'ambito del Progetto Lauree scientifiche in collaborazione con l'Università di Genova, l'istituto scolastico cittadino ha ospitato questa importante iniziativa didattica con l'obiettivo di migliorare  la conoscenza e la percezione delle discipline scientifiche nella scuola secondaria oltre a orientare gli studenti nella scelta dell'università.

Studenti che sono stati invitati da tutta la provincia con circa cinquanta partecipanti all'attività laboratoriale nell'aula dedicata al dottor Giulio Natta e più di quattrocento al seminario in aula magna come spiegato a Imperianews dalla professoressa Raffaella De Meo, responsabile del Progetto 'Piano Lauree Scientifiche':

"Dalle ore 10.40 alle 12.30 abbiamo fatto un seminario e laboratorio di Piano Lauree scientifiche, scienze dei materiali. L'Università di Genova attua questo piano nazionale per sensibilizzare i giovani alla ricerca della facoltà universitaria e in generale verso l'orientamento futuro.
Questo progetto coinvolge il nostro liceo che, da oltre dieci anni, è presidio per Piano Lauree scientifiche. Il significato di questo presidio sta nel diffondere, in ambito provinciale, la cultura scientifica e le attività laboratoriali. Il progetto di quest'anno ha visto la partecipazione delle classi quarte della provincia di Imperia con il Liceo Cassini, il Liceo Amoretti, l'Istituto superiore Colombo oltre al nostro Vieusseux.

L'argomento trattato - prosegue la professoressa De Meo - è stato il biossido di titanio, un composto rivoluzionario perché ha permesso di scoprire una nuova frontiera dei materiali. Viene impiegato come disinquinante, come materiale nell'ambito ospedaliero per la sua soluzione antimicrobica e anche nelle navicelle spaziali. Molto importante è inoltre la sua funzione fotocatalizzatrice, la luce solare permette di attivare questa molecola. Nella nostra riviera che ha a disposizione molte ore di illuminazione, potrebbe veramente essere utilizzato come nuovo materiale nelle vernici, nelle abitazioni e negli asfalti stradali per esempio. I ragazzi sono stati sensibilizzati all'uso di questo materiale e alle sue potenzialità.

Nel pomeriggio invece è stata attua la sintesi dei biopolimeri, cioè delle bioplastiche, partendo dai gusci dei gamberi. Attuando il processo di polimerizzazione organica, che avviene continuamente in natura, si ricicla la chitina presente nei gusci trasformandola in chitosano, monomero che polimerizzato potrà formare una bioplastica con impatto zero sull'ambiente e che produce energia. Un esempio di laboratorio ecocompatibile.

Da anni il Liceo diffonde sia seminari che laboratori scientifici alle scuole della provincia, diventando il fulcro della cultura scientifica grazie all'apporto dell'Università di Genova , al responsabile del progetto nazionale dottoressa Nadia Parodi e al coordinatore regionale dottor Riccardo Carlini che ha tenuto sia il seminario che il laboratorio. Abbiamo ospitato circa 50 alunni per l'attività laboratoriale e ben 400 per il seminario”.

Lorenzo Bonsignorio

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium