/ Al Direttore

Al Direttore | 23 settembre 2018, 09:04

Sanremo: problema parcheggi, una lunga riflessione di un lettore sulle possibili soluzioni

"Mi auguro che i vigili urbani continuino nella loro rigorosa politica però spero anche che le istituzioni non restino immobili davanti al problema traffico e, soprattutto, dai posteggi limitati intorno alla cintura del centro"

"Forse con molti anni di ritardo, dopo che ad ogni cittadino è stato concesso di far ciò che ha voluto stabilendo proprie regole, le istituzioni hanno capito che qualche legge e qualche regola è meglio farla rispettare. 

L’automobilista italiano alla guida non conosce regole. In autostrada procede a bassa velocità nella corsia di sinistra o di centro, e non si schioda, mentre in città ogni angolo e ogni marciapiede è buono per posteggiare sia dritti che di traverso. Spesse volte il traffico non si crea per il numero di auto in strada ma quanto per le auto in sosta nei divieti. Odio poi chi incurante posteggia tutto storto fuori dalle righe che delimitano il posteggio. Devi fare a sportellate per scendere dall’auto. Anche a questi metterei le ganasce per insegnare loro a rispettare il prossimo.

Rifacendomi al Vostro recente articolo, dico che ben vengano le ganasce invece delle sole multe che servono solo alle casse comunali ma che non distolgono l’automobilista indisciplinato. Però questa politica intrapresa dal comandante dei vigili urbani da sola non è giusta e non basta. Bisogna in primo luogo creare parcheggi o meglio, bisogna costruirli dato che gli spazi liberi ormai sono tutti adibiti a parcheggio. Cosa aspetta il comune a costruire un grande silos in piazza Eroi dato che sembra l’unico punto che in pochi minuti ti permette di raggiungere il centro a piedi? Sia ben chiaro che i parcheggi devono essere capienti come ad esempio il mega parcheggio di Montecarlo, tanto per fare un’esempio, che scende 6 o 7 piani sotto il livello del terreno e non come all’ex mercato dei fiori oppure in piazza Colombo o alla nuova stazione, che sono in posizioni strategiche ma hanno posti limitati. Non capisco la mania di costruire questi mini parcheggi. Quale era il problema di costruire un mega parcheggio alla nuova stazione che in 10 minuti a piedi ti consente di raggiungere il centro? Quanti vantaggi in più avrebbero i negozi con il transito a piedi e non veicolare?

Basta inoltre con le auto parcheggiate per mesi nelle strisce bianche senza essere spostate tanto da costringere il proprietario a non usare l’auto per timore di perdere il prezioso posto. Stesso discorso per le strisce blu. Il parcheggio, libero od a pagamento, deve essere in ogni modo a tempo. Massimo un’ora o due ore poi l’auto deve essere spostata se non vuole essere multata o rimossa. Inoltre è anche giusto per chi risiede in centro paghi un’abbonamento annuale per usufruire di un parcheggio nelle strisce blu a tempo illimitato. Bisogna purtroppo mettersi anche nei panni dell’automobilista e metterlo in condizioni di non essere costretto ad usare l’auto solo per le sue commissioni in centro ma, se proprio costretto, di poter posteggiare e non dover fare chilometri a piedi. Già siamo fortunati che molte persone si muovono in moto sia d’estate che d’inverno, però deve essere ottimizzato anche  il servizio urbano che in pochi minuti possa collegare San Martino e la Foce con il centro con corse continue e nello spazio massimo di 10 minuti. Far transitare il bus, ipotesi ogni 30 minuti, non serve a nulla ed a nessuno. Inoltre andrebbero meglio servite e con corse più rapide e frequenti quei quartieri periferici dove gli abitanti, per uno scadente servizio urbano, sono per forza costretti ad usare il mezzo per le loro commissioni.

Mi auguro che i vigili urbani continuino nella loro rigorosa politica però spero anche che le istituzioni non restino immobili davanti al problema traffico e, soprattutto, dai posteggi limitati intorno alla cintura del centro. 

Cordiali saluti".

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium