/ Cronaca

Cronaca | 29 settembre 2015, 17:15

Ventimiglia: il paradosso del presidio 'No Border', se inviate un pacco a 'Piazzale de Gasperi, Zona Profughi' arriva regolarmente!

Sembra incredibile ma è così: nella zona della ‘pineta’ vicino ai Balzi Rossi arrivano regolarmente ai ‘No Borders’ o a chi vive stabilmente in quella zona.

Ventimiglia: il paradosso del presidio 'No Border', se inviate un pacco a 'Piazzale de Gasperi, Zona Profughi' arriva regolarmente!

Incredibile! Sui pacchi indirizzati ai residenti della località Balzi Rossi sono comparse oggi nuove fondamentali indicazioni per il corriere. Alla semplice dicitura ‘Piazzale de Gasperi’, accompagnata dal numero civico, va ad aggiungersi una doverosa precisazione, ovvero ‘Zona profughi’.

Lo testimoniano le fotografie allegate, vicino ad un ufficio del turismo italiano che sembra la ‘Capanna dello zio Tom’. Sembra incredibile ma non è così: nella zona della ‘pineta’ vicino ai Balzi Rossi arrivano regolarmente ai ‘No Borders’ o a chi vive stabilmente in quella zona. Insomma il presidio è diventato ‘ufficiale’ e, in pratica ha anche un recapito, un indirizzo dove poter spedire pacchi e missive. Tutto questo senza nessuna regola, nessun numero civico reale.

Ed attorno alla situazione che si è venuta a creare da mesi, secondo alcuni dei residenti gli stessi migranti di passaggio sono i primi a manifestare perplessità riguardo l'accoglienza offerta dai cooperanti stesi ovunque, nel mezzo di una tendopoli e di un degrado che tutt'intorno ha ridotto l'area, sino a maggio adibita a parcheggio, peggio di una discarica. Il danno di immagine è palese ed è incalcolabile per la città di Ventimiglia, la Provincia, la Regione e la nazione intera. E durerà anni ed anni dopo il ripristino della legalità”.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium